Card. Scola: grazie al Papa per la scelta di mons. Moraglia, Pastore di solida dottrina. Card Cè: Patriarca Francesco, a Venezia ti sentirati a casa

Primi messaggi augurali per il nuovo Patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, finora vescovo de La Spezia-Sarzana-Brugnato, nominato dal Papa il 31 gennaio. L’ufficio stampa del Patriarcato ha diffuso stamane due testi: il primo del predecessore, ora arcivescovo di Milano, card. Angelo Scola (nella foto con Benedetto XVI), il secondo del Patriarca emerito, card. Marco Cè. Il card. Scola, nel testo che appare sul settimanale diocesano Gente Veneta, scrive che “la nomina di mons. Moraglia a Patriarca di Venezia suscita in me due commossi sentimenti. Il primo è di gratitudine al Santo Padre per la scelta di un Pastore di solida dottrina, di considerevole formazione teologica e culturale, e di squisito senso del popolo santo di Dio. Il secondo è quello di rinnovato affetto per la Chiesa veneziana, con la quale ho contratto nel decennio del mio ministero un debito impagabile”. “Sotto la guida di mons. Moraglia – prosegue il cardinale - e nell’orizzonte del secondo Convegno di Aquileia, la Chiesa di Venezia e quelle del Triveneto sapranno incarnare con sagacia i preziosi insegnamenti che l’indimenticabile visita di Benedetto XVI ha copiosamente offerto alla Chiesa delle nostre terre”. Il card. Cè scrive: “La figura del Patriarca a Venezia è amata ‘pregiudizialmente’. E questo ti deve aprire il cuore, disponendolo ad accogliere questa Chiesa con serenità e a lasciarti accogliere con fiducia”.

SIR

Card. Scola: grazie al Papa per la scelta di mons. Moraglia

Card. Cè: Patriarca Francesco, a Venezia ti sentirai a casa

Commenti