Santa Sede: sorpresa e preoccupazione per le vicende in cui è stato coinvolto Gotti Tedeschi. Fiducia che i magistrati rispettino la sovranità

La Santa Sede "ha appreso con sorpresa e preoccupazione le recenti vicende in cui è stato coinvolto il Prof. Gotti Tedeschi" e, in una nota diffusa dalla Sala Stampa nella serata di ieri, "ripone nell'autorità giudiziaria italiana la massima fiducia che le prerogative sovrane riconosciute alla Santa Sede dall'ordinamento internazionale siano adeguatamente vagliate e rispettate". "La Santa Sede - si legge ancora nella nota - conferma inoltre la sua piena fiducia nelle persone che dedicano la loro opera con impegno e professionalità all'Istituto per le Opere di Religione e sta esaminando con la massima cura l'eventuale lesività delle circostanze, nei confronti dei diritti propri e dei suoi organi". La Santa Sede "ribadisce - conclude la nota - che la mozione di sfiducia adottata nei confronti del Prof. Gotti Tedeschi da parte del Consiglio di Sovrintendenza è stata fondata su motivi oggettivi, attinenti alla governance dell'Istituto, e non determinata da una presunta opposizione alla linea della trasparenza, che anzi sta a cuore alle Autorità della Santa Sede, come all'Istituto stesso".

TMNews

COMUNICATO DELLA SALA STAMPA DELLA SANTA SEDE

Commenti