sabato 30 giugno 2012

Il dono dell'arcivescovo di Ferrara-Comacchio al Papa per la carità dopo il sisma: il Crocifisso privato della croce nella notte del terremoto

"Con viva ed estrema gratitudine per la carità pastorale donata alle diocesi colpite dal sisma e ai loro dolenti vescovi e sacerdoti". Con queste parole mons. Paolo Rabitti, arcivescovo di Ferrara-Comacchio, ha donato a Benedetto XVI l’"eloquente immagine solare" del Crocifisso privato della croce nella stessa notte del terremoto, il 20 maggio alle ore 4.05. Un segno di riconoscenza, di "piena comunione e devozione" con il Papa, il quale visitando, martedì scorso, i luoghi del sisma in Emilia Romagna, si è chinato sul dolore di un popolo ferito, ma pronto a rinascere nella speranza. Il Crocifisso senza croce è posto davanti alla chiesa di San Pietro Apostolo nella frazione di Santa Bianca del comune di Bondeno, nel Ferrarese.

L'Osservatore Romano
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001