martedì 5 giugno 2012

VII IMF-Il Papa a Milano. La famiglia Colzani pranza con Benedetto XVI: desideroso di superare i limiti della stanchezza per partecipare al meglio

Di Papa Benedetto XVI, la famiglia Colzani, ora possiede un ricordo tutto per sé. Quello di un Pontefice "pacato, mite, quasi timido verrebbe da dire. Molto lontano dalla figura autoritaria che gli si accosta", giura il capofamiglia. Alfonso Colzani, 53 anni, insegnante di religione, che con la moglie Francesca Dossi e i loro quattro figli ha avuto il privilegio, domenica, di pranzare con Joseph Ratzinger, durante il VII Incontro Mondiale delle Famiglie. I coniugi Colzani, dal 2009, hanno assunto la responsabilità dell'Ufficio della diocesi di Milano per la famiglia, e la loro nomina rappresentò una novità di rilievo, visto che per la prima volta questo ruolo veniva affidato a dei laici. Solo una settimana fa hanno saputo che, rispetto alle altre centinaia di migliaia di fedeli attesi a Milano, avrebbero avuto un incontro molto più ravvicinato col Ppontefice. "Di sicuro per noi - racconta Colzani - un bellissimo ricordo. Era visibilmente stanco, sia per l'impegno di queste giornate, sia per l'età, ma abbiamo avuto la fortuna di incontrare un Papa tranquillo, sereno, accogliente, per nulla severo e coinvolto nelle discussioni. Desideroso di superare anche i propri limiti, dovuti alla stanchezza, per partecipare al meglio". Il pranzo si è svolto in arcivescovado, sotto il loggiato del cortile dei canonici, e oltre al Santo Padre, cardinali e vescovi, erano presenti, insieme ai Colzani, altre sei famiglie da tutto il mondo. Da Bagdad, Kinshasa, Congo, da Città del Messico, dalla Spagna e da Philadelphia. Menù eccellente ma sobrio, risotto alla milanese, vitello tonnato, crostata, e pochi e scelti invitati oltre ai più stretti collaboratori del Papa. Al termine del pranzo la famiglia inverighese, che si trovava in un dei tavoli accanto a quello del Pontefice, ha potuto scambiare qualche parola con lui. E Benedetto XVI ha conosciuto un po' di più Alfonso Colzani e i figli, d'età compresa tra i 15 e i 25 anni, Zeno, Matteo, Camilla e Lia. Facendo ricordare subito il suo passato di insegnante. "Si è informato sui loro studi - prosegue - mettendoli a loro agio. Ha voluto sapere come si chiamassero e che scuole frequentassero e ha avuto per loro parole di incoraggiamento. Gli ha ricordato che lo studio è molto importante e che nella vita occorre essere preparati e competenti". Con i genitori, invece, si è soffermato proprio su questo aspetto, l'essere famiglia, quello che Alfonso e Francesca Colzani affrontano ogni giorno tanto a casa quanto nel loro impegno.

La Provincia di Como.it
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001