Il Papa in Libano. Pizzaballa: grande attesa in Terra Santa. Dall'incontro con i capi musulmani una delle indicazioni più rilevanti per il futuro

"In Terra Santa ,l’attesa è molto alta" per il viaggio del Papa in Libano, e intanto sono già pervenute "tantissime richieste di partecipazione" e si sa già che "a causa della situazione politica non sarà facile ottenere i visti". Lo ha detto a Radio Vaticana il custode di Terra Santa, padre Pierbattista Pizzaballa (foto), osservando che la Primavera araba ha cambiato tutti gli assetti e i cristiani del Medio Oriente attendono da Benedetto XVI indicazioni e sostegno. "Il Libano, - osserva il religioso francescano - per tutto il Medio Oriente cristiano, è un riferimento molto importante dal punto di vista culturale, anche per la vitalità della Chiesa. Per questo motivo tutti vogliono essere presenti. L’assemblea dei parroci, presieduta dal Patriarca, ha già deciso che il prossimo anno pastorale sarà proprio dedicato allo studio ed alla lettura in tutte le parrocchie, dell’Esortazione post-sinodale che il Papa presenterà". "Le Chiese del Medio Oriente sono in una fase di passaggio molto importante" e per questo c’è grande attesa per l’Esortazione, per le "linee che il Papa ci darà". Tra gli impegni papali in Libano, padre Pizzaballa indica come centrale l’incontro con i leader musulmani: "Uno dei temi importanti del Sinodo del Medio Oriente, - ricorda - è stato proprio il rapporto con l’islam. Le Chiese del Medio Oriente hanno molto da dire su questo, il loro futuro si gioca anche sulla capacità di avere un rapporto sereno e chiaro con l’islam del Medio Oriente, che è anch’esso in grande cambiamento, grande trasformazione. Sarà per questo uno degli incontri più importanti, ed anche una delle indicazioni più rilevanti che il Papa ci darà per il futuro". "La 'Primavera Araba', o quello che ne resta, - commenta il Custode - ha cambiato totalmente gli assetti, le relazioni e le dinamiche. Diciamo che, in un certo senso, il Sinodo ha un pò previsto, e preparato nel suo documento questi cambiamenti. Adesso è importante comunque, passare pertanto ora ad una fase di costruzione: il Medio Oriente sta cambiando, l’islam - che permea la vita del Medio Oriente - sta cambiando, anche noi stiamo cambiando come cristiani e vogliamo essere anche noi protagonisti di questo cambiamento".

Vatican Insider

Padre Pizzaballa: grande attesa in Terra Santa per il viaggio del Papa in Libano, rafforzerà pace e ruolo dei cristiani

Commenti