domenica 14 ottobre 2012

Benedetto XVI: Federico Bachstein e tredici confratelli, primi Beati dell'Anno della fede, ci ricordano che credere in Cristo significa essere disposti anche a soffrire con Lui e per Lui

Dopo la recita dell’Angelus Benedetto XVI ha ricordato che “ieri, a Praga, sono stati proclamati Beati Federico Bachstein e tredici confratelli dell’Ordine dei Frati Minori. Essi furono uccisi nel 1611 a causa della loro fede. Sono i primi Beati dell’Anno della fede, e sono martiri: ci ricordano che credere in Cristo significa essere disposti anche a soffrire con Lui e per Lui”. Nei saluti in varie lingue, in francese, il Papa ha dichiarato: “In questo inizio dell’Anno della fede, il Vangelo di oggi ci invita ad abbandonare tutto per seguire Gesù. Non dobbiamo avere paura di vivere e proclamare la nostra fede in Dio. Ancora oggi, vivere per Dio ci costringe a fare delle scelte per andare avanti. Sono scelte a volte difficili. Ma noi sappiamo che Dio è con noi e ci aiuta a fare il bene, perché la sua grazia ci precede sempre”. Poi il Pontefice, salutando i pellegrini polacchi, ricordando che “oggi in Polonia, e anche nelle parrocchie polacche nel mondo, celebrate ‘la Giornata del Papa’ con il motto: ‘Giovanni Paolo II – Papa della Famiglia’”, ha ringraziato “per questo segno di unità con la Santa Sede, per le vostre preghiere e per il sostegno dei giovani borsisti della Fondazione ‘Opera del Nuovo Millennio’, che prepara questa Giornata”.

SIR
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001