domenica 23 dicembre 2012

Benedetto XVI: il mistero dell’Incarnazione è al cuore della nostra fede. Possa questa festa della Natività fortificarla! Mettiamo da parte le preoccupazioni dei preparativi esteriori e ogni aspetto superficiale per seguire la Vergine nel suo silenzio e nel suo raccoglimento

Nei saluti in varie lingue dopo la recita dell'Angelus, in francese il Papa ha osservato: “In questo Anno della fede e all’avvicinarsi del Natale, riceviamo l’invito a convertire i nostri cuori per festeggiare il Cristo nel Bambino di Betlemme. Credere in Dio vuol dire riconoscere in Colui che viene per nascere l’Onnipotente che viene a salvarci. Il mistero dell’Incarnazione è al cuore della nostra fede. Possa questa festa della Natività fortificarla! Mettiamo da parte le preoccupazioni dei preparativi esteriori e ogni aspetto superficiale per seguire la Vergine nel suo silenzio e nel suo raccoglimento. Con lei prepariamoci ad accogliere il Salvatore”. Ai fedeli polacchi il Pontefice ha rivolto questo pensiero: “Ormai tra poco lo spirito del Natale pervaderà le vostre case, le vostre famiglie e comunità. Vi uniranno la fede e la gioia della nascita del Salvatore. Auguro a ciascuno di voi – e in modo speciale alle persone che si sentono sole, ai malati, ai coloro che devono affrontare le difficoltà della vita – pace, calore e amore; a tutti la speranza, il perdono e la riconciliazione. La luce che giunge dalla stalla di Betlemme si irradi in questo speciale anno – Anno della fede – su tutta la Polonia, nella vostra vita e nei vostri cuori. Il Divino Bambino vi benedica tutti”.

SIR
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001