mercoledì 30 gennaio 2013

Anno della fede. 'Porta Fidei', la prima applicazione per smartphone e tablet del portale 'Aleteia': copertura in tempo reale degli avvenimenti e discorsi papali e le catechesi di Benedetto XVI

Adesso "Aleteia" (www.aleteia.org), aggregatore di siti cattolici, ha la sua prima applicazione per smartphone e tablet: si chiama “Porta fidei”, offre copertura in tempo reale degli avvenimenti e discorsi papali, raccoglie le catechesi sia di Benedetto XVI sia di Giovanni Paolo II, audio scaricabili e ascoltabili e, ogni sera prima della mezzanotte, propone un pensiero di spiritualità. L'iniziativa è stata presentata da don Paolo Padrini, direttore per la ricerca, la strategia e lo sviluppo di "Aleteia", e da Andrea Salvati, ex manager di Google da alcuni mesi direttore generale dell’aggregatore di siti nato con il supporto dei Pontifici Consigli per le Comunicazioni Sociali e per la promozione della Nuova evangelizzazione. "Aleteia" oggi è un portale web in cinque lingue, italiano, inglese, francese, spagnolo e portoghese, e passerà presto a dieci, cominciando con tedesco e polacco. “Porta Fidei”, che si basa sulla collaborazione con Google Enterprise e adotta la tecnologia Google Search Appliance, vuole rafforzare il web listening sui supporti mobili. “Sul web c’è un’utenza che dialoga e fa domande” ha ricordato Salvati, mentre Jesus Colina, direttore editoriale di "Aleteia", ha commentato: “Il web listening diventa un’opportunità che prima era impossibile immaginare”. Contestualmente al debutto di “Porta Fidei”, è stata presentata anche una ricerca sui contenuti più “dialogati” attraverso "Aleteia", monitorati attraverso quattro aree geolinguistiche: anglofona, con particolare attenzione agli Stati Uniti, francofona con particolare attenzione alla Francia, ispanico-latina con particolare attenzione al Messico, e infine italiana. “Dove, quanto e quando si parla di argomenti in ottica religiosa?” e “Di cosa si parla nell'ambito di menzioni e discussioni etico-religiose?” sono i quesiti dai quale parte la ricerca, che vuole essere uno strumento per il dialogo tra Chiesa e nuove tecnologie. "Aleteia" ha cosi rilevato che il 71% delle menzioni di carattere etico-religioso proviene dagli Stati Uniti, e il 46% proviene dai social network. Inoltre i tre macro-temi più affrontati e discussi sono fede, famiglia e bioetica. Per l'area anglofona il 21% parla di fede, il 19% di famiglia e il 18% di bioetica. Per l’area francofona il 23% parla di bioetica, il 21% di famiglia e il 15% di fede. Per l'area ispanicolatina il 61% parla di famiglia, il 16% di fede e il 9% di bioetica. Per l'Italia, il 35% parla di fede, il 24% di famiglia e il 19% di bioetica.

Corriere delle Comunicazioni.it
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001