Ieri a Gerusalemme riunione delle delegazioni di Israele e Santa Sede nel quadro del negoziato sulle questioni economiche e fiscali che riguardano la Chiesa Cattolica in Terra Santa: incontro serio e costruttivo, progressi significativi

Israele e Santa Sede hanno avuto ieri a Gerusalemme un incontro ''serio e costruttivo'' nel quadro del negoziato sulle questioni economiche e fiscali che riguardano la Chiesa Cattolica in Terra Santa. Un comunicato congiunto della Commissione bilaterale permanente di lavoro ''ha preso atto del fatto che sono stati compiuti progressi significativi e auspica una rapida conclusione dell'accordo”. La delegazione della Santa Sede, guidata dal sottosegretario per i Rapporti con gli Stati, mons. Ettore Balestrero, ha ringraziato il viceministro degli Esteri israeliano Ayalon per il suo contributo ai colloqui. I negoziati sono relativi all’articolo 10 paragrafo 2 dell’Accordo fondamentale firmato tra Israele e Santa Sede nel 1993. Le parti hanno concordato di rivedersi in riunione plenaria il prossimo giugno in Vaticano. "Sono stati fatti dei progressi significativi su molti punti dell'Accordo fondamentale fra Santa Sede e Stato di Israele soprattutto su quelli già discussi nei passati incontri. Anche se alcune questioni rimangono irrisolte, da entrambe le parti vi è la volontà di andare avanti per colmare queste divergenze, che saranno oggetto della prossima riunione della Commissione". E' quanto afferma ad AsiaNews Zion Evrony, ambasciatore israeliano presso la Santa Sede. Egli conferma i contenuti del comunicato congiunto diffuso da Vaticano e Stato di Israele. "Vi sono molte ragioni per essere ottimisti - continua il diplomatico - perché abbiamo constatato che i divari possono essere superati". Evrony sottolinea che finora "non vi sono ancora dati precisi sulle tempistiche per una risoluzione definitiva dell'accordo". L'ambasciatore racconta che "l'incontro è avvenuto in un'atmosfera cordiale e di grande collaborazione. Esso ha confermato sensibili miglioramenti nelle relazioni fra Vaticano e Israele. I rapporti sono buoni e caratterizzati dalla mutua fiducia".

Radio Vaticana, AsiaNews

JOINT COMMUNIQUÉ OF THE BILATERAL PERMANENT WORKING COMMISSION BETWEEN THE HOLY SEE AND THE STATE OF ISRAEL (29 JANUARY 2013)

Commenti