XXV Giornata Mondiale della Gioventù. Veglie, concerti, iniziative di solidarietà e pellegrinaggi: così i giovani italiani vivono la GMG nelle diocesi

I giovani si mobilitano per la lo­ro Giornata diocesana, con ve­glie, concerti, pellegrinaggi, i­niziative di solidarietà. Sullo sfon­do, il riferimento al tema scelto dal Papa per la XXV GMG, la domanda del giova­ne ricco a Gesù. Tra gli appuntamenti organizzati dalle varie diocesi primeggiano le veglie.
A Palermo giovedì 25 marzo i giovani incontrano in Cattedrale l’arcivescovo Paolo Romeo per la celebrazione penitenziale, che "sarà una tappa del cammino spi­rituale verso la visita del Papa in ot­tobre", come spiega don Rosario Francolino, incaricato per la Pasto­rale giovanile. Un itinerario, ag­giunge, segnato da "lectio divina mensile, evangelizzazione notturna con le 'Sentinelle del mattino', l’adesione al progetto Policoro e i ge­mellaggi, ospitando giovani di altre diocesi per far conoscere loro figu­re esemplari come don Pino Pugli­si". I giovani animeranno inoltre la Via Crucis cittadina il Venerdì San­to.
Anche a Milano la GMG verrà vis­suta con la Veglia in Traditio Sym­boli , celebrata in Duomo sabato 27 dal card. Dionigi Tettamanzi, mentre gli adolescenti incontre­ranno il porporato il pomeriggio della Domenica delle Palme a Se­veso. Il brano del giovane ricco è i­noltre il testo di Vangelo scelto per gli Esercizi spirituali nei weekend di Quaresima per i 18-19enni.
Sabato 27 marzo a Treviso, il ve­scovo Gianfranco Agostino Gardin guida nella chiesa di San Nicolò la veglia sul tema "Stare sotto la cro­ce con Maria" e anche i giovani del­la diocesi di Piacenza-Bobbio par­teciperanno alla veglia col vescovo Gianni Ambrosio che consegnerà loro le palme.
Nella diocesi di Fano-Fossombro­ne-Cagli-Pergola , i giovani festeg­geranno la GMG con la veglia insie­me al vescovo Armando Trasarti, dopo un pomeriggio di attività "con i giovani che seguiranno una lec­tio-meditazione e i giovanissimi che, radunati attorno a un mega­cellulare di carta, risponderanno ad alcune provocazioni sul tema della ricerca della felicità", come spiega don Filippo Fradelloni, della pa­storale giovanile.
A Trieste il vescovo Giampaolo Cre­paldi la sera del 28 marzo guida u­na celebrazione sul tema dei nuo­vi martiri, in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio, ed è "la prima volta che la nostra piccola diocesi organizza un incontro per la GMG diocesana", come sottoli­nea il delegato per i giovani don An­drea Destradi.
A Rimini sabato 27 ci sarà la veglia in Cattedrale col vescovo Francesco Lambiasi sul tema della felicità, a partire dal motto "Ho fat­to tutto" e con le riflessioni su e­sempi di santità.
Come da tradizione, Firenze vivrà venerdì 26 marzo la consueta Via Crucis dei giovani con l’arcivesco­vo Giuseppe Betori, dalla Cattedra­le di Santa Maria del Fiore fino alla Basilica di Santa Croce. "Il tema del­la Via Crucis sarà l’Anno Sacerdo­tale, mentre la riflessione del pre­sule verterà sull’episodio del giova­ne ricco – illustra don Alessandro Lombardi, incaricato di pastorale giovanile – a ogni stazione leggere­mo un brano del curato d’Ars che i giovani legheranno a sacerdoti del­la nostra diocesi che hanno lascia­to il segno, come don Lorenzo Mi­lani o don Giulio Facibeni".
Anche a L’Aquila i giovani saranno protagonisti della "Via Crucis il martedì che precede la Domenica delle Palme e che si terrà a Colle­maggio, mentre per la GMG ogni parrocchia organizza incontri e at­tività", come racconta il referente per la pastorale giovanile don Rai­mondo Ingrao.
Alcune diocesi vivranno poi il pel­legrinaggio, come a Napoli , dove la Giornata diocesana dei giovani è rimandata a sabato 8 maggio, quando i ragazzi saliranno sul Ve­suvio e, dopo un’ora di cammina­ta, raggiungeranno un’immagine della Madonna scolpita in pietra lavica e posta sul cratere. "Per pre­pararci, oltre ad approfondire la let­tera del cardinale Crescenzio Sepe ai giovani per la Quaresima, pro­poniamo esperienze di carità – rac­conta don Pasquale Incoronato, delegato di pastorale giovanile – o­gni lunedì i giovani si alternano nel portare in giro il 'camper della legalità' e dare pasti ai senza fissa di­mora; infine abbiamo stilato un va­demecum con i centri di volonta­riato che operano nei decanati, in­coraggiando i giovani a dare la pro­pria disponibilità, perché come ci ha detto il cardinale dobbiamo ri­conoscere i crocifissi della storia e schiodarli dalla croce".
A Palestrina il sabato ci sarà la Fiac­colata dei Giovani dal Convento delle Clarisse fino alla Cattedrale, dove con l’aiuto del coro polifoni­co "Pranestinae Voces" si terrà la ve­glia sulla Passione di Gesù, con te­stimonianze e le "danze liturgiche" di suor Anna Nobili, "una ex-cubi­sta diventata suora, che guida in diocesi la scuola di 'Holy dance', una forma di evangelizzazione con la danza moderna", come raccon­ta Emanuele Magnanimi, dell’Uffi­cio di pastorale giovanile. Il pome­riggio della Domenica delle Palme si terrà il pellegrinaggio in motori­no da Palestrina al Santuario della Mentorella; ad entrambi gli ap­puntamenti partecipa il vescovo Domenico Sigalini.
La GMG è anche occasione per l’a­pertura di centri giovanili. A Torino l’arcivescovo Severino Poletto i­naugura il 27 marzo il Villaggio dei giovani e il teatro all’aperto realiz­zati nell’area del Seminario Mino­re, con la tendopoli che accoglierà centinaia di giovani pellegrini alla Sindone. "Il cardinale darà anche il mandato ai giovani che si sono of­ferti come volontari durante l’o­stensione e ai cantori del Grande Coro Hope, che accompagnerà la visita del Papa il 2 maggio e che si esibirà per la prima volta il 27 mar­zo", spiega Maurizio Versaci del­l’Ufficio giovani.
L’arcidiocesi di Spoleto-Norcia vi­vrà l’inaugurazione del centro ri­strutturato di pastorale giovanile, al termine della processione e della Messa celebrata dall’arcivescovo Renato Boccardo. "Il centro si af­faccia sulla piazza centrale di Spo­leto – spiega don Davide Travagli, delegato per i giovani – perché la nostra Chiesa si impegna al dialo­go con tutti i giovani".
A Bologna sabato 27 marzo si tiene la tradi­zionale processione delle Palme per giovani, dalla chiesa di Santo Stefano alla Basilica di San Petronio, dove il card. Carlo Caffarra tiene la meditazione.
A Genova, in San Lo­renzo, il card. Angelo Bagnasco guida l’appuntamento di "Pasqua giovani", con le confessioni e i canti del Coro San Matteo.
A Ischia, la Via Crucis animata dai ragazzi ve­nerdì 26 marzo ripercorre le strade di Casamicciola colpite a novem­bre dall’alluvione. L’incontro preparerà la missione giovani che, nell’anno che ci separa da Madrid, vedrà l’organizza­zione di incontri nelle parrocchie, nelle scuole, nei pub, un musical e una missione di spiaggia.
Le testimonianze di due giovani in servizio civile, un seminarista e una suora di clausura, saranno al centro della festa di sabato 27 nella diocesi di Macerata. A seguire, ci sarà la processione dal convento di San Nicola di Tolentino alla concattedrale di San Ca­tervo, dove il vescovo Claudio Giuliodori presiederà la liturgia della Parola.
I giovani di Tortona, con l’iniziativa "Un euro per un pc", vogliono allestire un’aula informatica in un centro dell’Uganda. Sabato in cattedrale il vescovo Martino Canessa guida la veglia, durante la quale ci saranno le testimonianze del gruppo missionario "Ascolta l’Africa" e al termine si proseguirà con l’adorazione eucaristica nella chiesa del seminario. Non mancano arte e musica.

Fabrizio Assandri, Avvenire
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001