Natale 2011. Tra novità e tradizione, i riti presieduti dal Papa illustrati dal Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice

Tradizioni e novità dei riti del tempo di Natale presieduti quest’anno da Benedetto XVI sono illustrati in una nota da mons. Guido Marini, Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice. Innanzitutto, quest’anno sarà collocata accanto all’altare della Confessione della Basilica Vaticana una statua lignea della Vergine con il Bambino Gesù, conservata presso i Musei Vaticani, che fu donata dal presidente del Brasile João Goulart a Paolo VI in occasione della sua elezione al soglio pontificio nel 1963. L’opera di scuola brasiliana, risalente al secolo XVIII, rappresenta Nostra Signora di Montserrat ed è dipinta in oro con policromia originale e meccatura in argento. Inoltre, "per quanto riguarda l’ambito musicale - riferisce mons. Marini - la Cappella Sistina eseguirà, come di consueto, brani in gregoriano e in polifonia. Da sottolineare che, per l’ordinario, sarà eseguita la Messa "cum iubilo", propria del tempo di Natale. All’offertorio saranno eseguiti i mottetti storici composti da Pier Luigi da Palestrina per la Cappella Sistina. La Notte di Natale, al posto del salmo responsoriale, come prevedono le norme liturgiche, sarà eseguito l’antico graduale nel 2° modo, caratteristico di questa solennità liturgica. Il tradizionale canto natalizio dell’"Adeste fideles" sarà eseguito nella forma elaborata da David Willcocks". In particolare, poi, la Messa della Notte di Natale sarà preceduta, quest’anno, dalla preghiera dell’ufficio delle letture, così come prevede il messale romano, con inizio alle 21.00. Conclusa la preghiera dell’ufficio, è previsto il canto della Kalenda. I testi della preghiera universale sono stati preparati dai monaci certosini di Farneta. Riguardo alla Solennità del 1° gennaio, mons. Marini sottolinea che in preparazione alla Messa sarà recitata la preghiera del Rosario. I testi della preghiera universale sono a cura delle monache della Visitazione del Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano. Durante la celebrazione dell’Epifania, poi, il Papa ordinerà due nuovi vescovi: mons. Charles Brown, nominato nunzio apostolico in Irlanda, e mons. Marek Solczynski, nominato nunzio apostolico in Georgia e Armenia. Infine sedici bambini riceveranno domenica 8 gennaio il Battesimo dalle mani di Benedetto XVI nella Cappella Sistina.

L'Osservatore Romano

Nota per le Celebrazioni Liturgiche del tempo di Natale (2011-2012)

Commenti