Card. Filoni: la porpora ci rammenta il mistero profondo della sofferenza di Gesù. La fiducia in noi riposta vorremmo portarla come veste inconsunta

All'inizio della celebrazione presieduta da Benedetto XVI con i nuovi cardinali, il primo dei 22 nuovi porporato, Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli, ha rivolto al Papa, a nome di tutti, il suo saluto e ringraziamento. “Nell’itinerario umano e spirituale che Dio ha permesso nella vita di ognuno di noi emerge con chiarezza l’assoluta gratuità dell’amore di Dio e la predilezione del Signore: ‘non vi chiamo servi ma amici’; ci unisce l’unica fede in Cristo, l’amore per la Chiesa, la fedeltà al Papa e la profonda consapevolezza dei bisogni veri e gravi dell’umanità in mezzo alla quale amminiamo, provando, come sacerdoti, quella giusta compassione verso chi è nell’ignoranza, nell’errore e nella debolezza”. "La porpora di cui siamo stati insigniti - ha detto il card. Filoni - ci rammenta, Beatissimo Padre, non tanto la grandezza di chi la portava quale simbolo di potere e di dominio, ma il mistero profondo della sofferenza di Gesù, che rivestito dai suoi aguzzini di un manto purpureo e presentato così alla folla da Pilato, si è umiliato facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce. Anche oggi nella Chiesa, per la fedeltà al suo Signore, non mancano il martirio, le tribolazioni e le persecuzioni in tanti suoi membri". "Beatissimo Padre - ha continuato - in questo momento, così significativo per noi, vorremmo, insieme ai nostri sentimenti di gratitudine, di affetto e di dedizione, presentarLe, quale dono, il rinnovato impegno di fedeltà, unito alla completa disponibilità nell'adempimento delle specifiche mansioni a noi affidate nella Curia Romana, nelle Chiese particolari o nel servizio alla verità e alla conoscenza di essa. La fiducia in noi riposta vorremmo portarla come veste inconsunta usque ad effusionem sanguinis. Ai nostri sentimenti si uniscono oggi anche quelli, non meno profondi e gioiosi, dei nostri parenti ed amici, delle Chiese da cui proveniamo e dei popoli ai quali apparteniamo".

AsiaNews

Indirizzo di omaggio al Santo Padre del card. Ferdinando Filoni

Commenti