Visita ufficiale in Vaticano di una delegazione di ministri del governo del Regno Unito. Mercoledì all'Udienza generale l'incontro con Benedetto XVI

Sarà la baronessa Sayeeda Warsi, musulmana e membro del governo conservatore di David Cameron (nella foto con Benedetto XVI), a guidare la delegazione dell'esecutivo britannico che sarà in Vaticano domani e dopodomani, a un anno e mezzo dal viaggio di Papa Benedetto XVI Oltremanica. E sarà proprio lei, nata in Gran Bretagna da una famiglia pakistana, a tenere un discorso di fronte ai futuri diplomatici vaticani che studiano alla Pontificia Accademia Ecclesiastica, e al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, sul ruolo della religione nella vita pubblica. È probabilmente la prima volta che un membro di un governo europeo viene invitato a confrontarsi pubblicamente con gli uomini che entreranno a far parte della diplomazia vaticana. La delegazione nasce dal viaggio papale nel Regno Unito del settembre 2010 e, come spiegato dall'ambasciatore britannico presso la Santa Sede, Nigel Baker, vuole dimostrare la volontà del governo di Londra di proseguire il cammino iniziato con il viaggio del Pontefice: “La Gran Bretagna e la Santa Sede condividono molti obiettivi a livello internazionale”. Un primo obiettivo della visita britannica è ottenere il sostegno vaticano per la conferenza organizzata a Londra sul futuro della Somalia il prossimo 23 febbraio. Ma la delegazione del governo di David Cameron, di cui faranno parte anche il ministro della Cultura Jeremy Hunt, responsabile anche delle prossime Olimpiadi di Londra 2012, il sottosegretario allo sviluppo internazionale Alan Ducan, e il sottosegretario all'energia Greg Baker, vuole avviare una cooperazione a più livelli con la Santa Sede: dalla risposta alle crisi umanitarie globali ai trattati internazionali contro il commercio delle armi, da iniziative comuni in campo culturale fino alla risposta di fronte alle crisi odierne, a cominciare da quella in Siria e nel Medio Oriente. La delegazione britannica verrà ospitata all'interno del Vaticano, nel complesso di Santa Marta dove vengono alloggiati i cardinali durante il Conclave. La baronessa Warsi consegnerà a Papa Ratzinger una lettera e un regalo, un'edizione della King James Bibles, da parte del premier Cameron. Durante la visita, la delegazione britannica parteciperà a una cena offerta dal Segretario di Stato vaticano, card. Tarcisio Bertone, e avrà incontri con un gruppo di responsabili di Curia di diversi settori, guidato dal 'ministro degli esteri' di Oltretevere, mons. Dominique Mamberti. È in programma anche un breve incontro con Papa Benedetto XVI al termine dell'udienza generale di mercoledì.

Alessandro Speciale, Vatican Insider

La cooperazione tra Santa Sede e Regno Unito: obiettivi comuni

Commenti