martedì 27 marzo 2012

Messa per i 400 anni del ritrovamento della Virgen de la Caridad del Cobre. Mons. Ibáñez: un vero sviluppo materiale e spirituale per il popolo cubano

Nel pomeriggio, il Santo Padre Benedetto XVI ha presieduto in Plaza Antonio Maceo a Santiago de Cuba la Santa Messa nella Solennità dell’Annunciazione del Signore, in occasione del quarto centenario del ritrovamento della statuetta della Virgen de la Caridad del Cobre. La piccola scultura lignea, rinvenuta nel 1606 da tre pescatori nelle acque della Bahía de Nipe, è stata portata per l’occasione dal Santuario Nazionale ed esposta nella piazza. Nel corso della celebrazione il Papa ha offeerto una Rosa d’Oro alla Virgen de la Caridad. Una folla oceanica ha assistito alla Messa del Papa: almeno 200mila persone si sono radunate per sentire l'omelia di Benedetto XVI, poche ore dopo il suo arrivo sull'isola caraibica. Presente anche il presidente cubano Raul Castro, che al termine della celebrazione ha salutato il Pontefice. La Celebrazione eucaristica è stata introdotta dall’indirizzo di saluto del vescovo di Santiago, mons. Dionisio Guillermo García Ibáñez, che ha auspicato per tutto il popolo cubano “un vero sviluppo materiale e spirituale”, per conseguire il quale è necessario che i cubani sappiano “superare le barriere che li dividono al loro interno”. La 'Virgen Mambisa', a questo proposito, ha sottolineato il presule, è un simbolo di unità popolare e nazionale, come testimoniano anche i versi dell’inno del giubileo mariano cubano: “Tutti i tuoi figli ti invocano, Virgen Mambisa, per essere fratelli”. “Santità – ha proseguito il vescovo di Santiago rivolto a Benedetto XVI - preparare la sua visita alla nostra città ha comportato un grande sforzo. Abbiamo voluto riceverla, mostrandole, nonostante la nostra povertà, una città più bella ed accogliente”.

Zenit
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001