Sansepolcro accoglie il Papa con 300 stendardi alle finestre dei palazzi. Rimarranno per tutto il periodo dei festeggiamenti per il millenario

Trecento stendardi per un centro storico in festa in occasione del Millenario della città di Sansepolcro e del suo Duomo. Le bandiere e i gonfaloni sono da oggi esposti dalle finestre dei palazzi della città, in occasione della visita di Papa Benedetto XVI, e rimarranno per tutto il periodo dei festeggiamenti dedicati alle celebrazioni della fondazione della città. A realizzare i vessilli e le bandiere è stata, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, l'Associazione Rinascimento nel Borgo che da tempo provvede ai costumi per centinaia di figuranti e personaggi per l'appuntamento dell'ormai tradizionale Mercato di Sant'Egidio.P er realizzare gli stendardi sono stati necessari quasi 700 metri quadrati di stoffe con i colori del Comune di Sansepolcro (bianco e nero) e di quelli dei rioni della città. Sono state realizzate anche bandiere gialle e bianche in omaggio ai colori del Vaticano. Centinaia di metri di nastri sono serviti poi per il sostegno dei vessilli e quasi un chilometro di filo per le cuciture. Un grande progetto di addobbo della città che si è esteso per tutte le vie principali, e che ha messo al lavoro tanti volontari, soprattutto donne, che hanno materialmente realizzato le decorazioni, alcune delle quali sono dei veri e propri stendardi con il taglio a punta fissati ai davanzali mentre altri sono rettangolari a forma di bandiera fissati ai supporti che si trovano nelle facciate dei palazzi. Quale contributo alle spese di realizzazione sono stati concessi dal comune di Sansepolcro all'Associazione Rinascimento nel Borgo 2500 euro. Gli addobbi resteranno di proprietà comunale e saranno custoditi nei locali dell'associazione.

Adnkronos

Commenti