Benedetto XVI: Maria, la più buona delle madri, vi avvolga con il suo manto nella lotta contro il male, vi mostri le strade che conducono a Dio

Nei saluti in varie lingue, in francese il Santo Padre ha sottolineato che il periodo estivo, oltre a offrirci una possibilità di riposo, può essere per ciascuno “un momento favorevole per riflettere sulla propria vita e rendere il proprio cuore disponibile agli altri e a Dio”. Di qui l’invito a essere vicini a “tutti coloro che soffrono la solitudine e l’abbandono” e a fare loro visita. Anche in slovacco ha invitato ad approfittare “di questo periodo per il riposo e per ritemprare le forze del corpo e dello spirito”. In spagnolo ha incoraggiato tutti i membri della Chiesa e in special modo i laici “a rispondere con generosità e prontezza di cuore alla voce di Cristo, per unirsi più intimamente a Lui e collaborare con la sua missione salvifica”. Un pensiero, in polacco, alla celebrazione domani della memoria liturgica della B.V. Maria del Monte Carmelo – la Madre di Dio dello Scapolare. “Il segno del personale affidamento a Lei – lo scapolare – lo portava e lo stimava tanto il Beato Giovanni Paolo II – ha detto Benedetto XVI -. A tutti i suoi connazionali – in Polonia, nel mondo, a voi qui presenti oggi a Castel Gandolfo – auguro che Maria, la più buona delle madri, vi avvolga con il suo manto nella lotta contro il male, interceda nella richiesta delle grazie, vi mostri le strade che conducono a Dio”.

SIR

Commenti