Mons. Crociata: totale disponibilità ad accogliere modifiche che eventualmente Dottrina della Fede potrebbe chiedere per le linee-guida CEI contro la pedofilia del clero

La Conferenza Episcopale italiana ha espresso "totale disponibilità" ad accogliere modifiche che "eventualmente" la Congregazione per la Dottrina della Fede potrebbe chiedere alle linee-guida adottate a maggio dai vescovi italiani per il contrasto e la prevenzione della pedofilia del clero. "Le linee guida - ha spiegato oggi mons. Mariano Crociata, segretario generale della CEI, in una conferenza stampa conclusiva del Consiglio Episcopale permanente - sono state approvate dalla CEI secondo il mandato ricevuto dalla Congregazione per la Dottrina della Fede e in perfetta aderenza con i documenti della Santa Sede. La Congregazione si riserva di valutare tutti i documenti e anche il nostro. Alla sintonia con la Santa Sede già scritta e praticata si unisce la totale disponibilità ad successivi e ulteriori suggerimenti che eventualmente verranno per servire ancora meglio l'impegno del Papa e della Congregazione per la Dottrina della Fede e della CEI" a contrastare la pedofilia. Interpellato dai giornalisti, mons. Crociata ha peraltro assicurato "condivisione" per la solidarietà espressa dal vescovo di Fano alla vittima dodicenne di don Giacomo Ruggeri, ex dipendente CEI e ora sacerdote della diocesi agli arresti domiciliari.

TMNews

Commenti