Benedetto XVI: preghiera e solidarietà per alleviare il dolore dei familiari delle vittime e offrire aiuto ai danneggiati dall'uragano nei Caraibi. Ricordo le popolazioni della Basilicata e della Calabria che hanno subito un terremoto



"Nei giorni scorsi un devastante uragano, che si è abbattuto con particolare violenza su Cuba, Haiti, la Giamaica e le Bahamas, ha causato vari morti e ingenti danni, costringendo numerose persone a lasciare le proprie case". Lo ha ricordato Benedetto XVI nell'appello pronunciato subito dopo la preghiera dell'Angelus in Piazza San Pietro. "Desidero assicurare la mia vicinanza e il mio ricordo - ha aggiunto il Pontefice - a coloro che sono stati colpiti da questo disastro naturale, mentre invito tutti alla preghiera e alla solidarietà, per alleviare il dolore dei familiari delle vittime e offrire aiuto alle migliaia di danneggiati". Al termine dei saluti post-Angelus in sette lingue, Benedetto XVI ha ricordato anche gli abitanti delle località calabresi e lucane nei pressi del massiccio del Pollino, colpite venerdì scorso da una forte scossa di terremoto che ha provocato numerosi danni. Il Papa ha promesso la propria solidarietà spirituale: “Assicuro un ricordo nella preghiera per le popolazioni della Basilicata e della Calabria che hanno subito un terremoto nei giorni scorsi. A tutti auguro una buona domenica e anche una buona festa di Tutti i Santi”.

TMNews, Radio Vaticana

Commenti