Benedetto XVI rimuove mons. Carlos Prada Sanmiguel, vescovo di Duitama-Sogamoso in Colombia, sotto processo per i reati di ingiuria e calunnia

Un vescovo colombiano, mons. Carlos Prada Sanmiguel, 72 anni, dal giugno 1994 a capo della diocesi di Duitama-Sogamoso, è stato rimosso da Benedetto XVI, che oggi ne ha accettato le dimissioni. La stringata comunicazione della Santa Sede, come avviene in questi casi, spiega solo che la rinuncia al governo pastorale della diocesi è stata presentata da mons. Prada Sanmiguel in conformità al canone 401 comma 2 del Codice di Diritto Canonico, cioè "per infermità o altra grave causa". Il vescovo, però, da tempo è coinvolto in una vicenda giudiziaria nata dalle accuse da lui rivolte a un sacerdote, don Edward Perez, 45 anni, di avere una relazione con una donna. Nel maggio di due anni fa, il vescovo sospese il sacerdote, vietandogli di predicare, di celebrare la Messa e le altre funzioni religiose e di amministrare i sacramenti, a causa dei suoi asseriti "comportamenti indebiti". E per tutta risposta, il prete lo ha denunciato all'autorità giudiziaria per i reati di ingiuria e calunnia. Al processo che si è aperto poi al Tribunale di Duitama, e che è tuttora in corso, mons. Prada Sanmiguel non si è mai presentato, sostenendo tramite i propri legali che la vicenda andasse giudicata nell'ambito del Diritto canonico. Il presule è stato quindi dichiarato contumace.

Swissinfo.ch

RINUNCE E NOMINE

Commenti

ATTILIO ha detto…
siamo fratelli non conosco la storia , ma tutto questo mi rattrista come cristiano ,cattolico, cristo è sceso dal suo cavallo per raccogliere un chicco di grano e mi sto accorgendo che la mia chiesa si sta impoverendo ,abbiamo bisogno che lo spirito santo illumini i cuori e se volete io sono pronto a parlarne pure al mio fratello benedetto XVI