Il vescovo di Cassano allo Ionio ringrazia il Papa per l'attenzione e l'affetto espressi alle popolazioni colpite dal terremoto del 26 ottobre: ci aiuta ad attraversare con minore apprensione questo momento

Il vescovo di Cassano allo Ionio, mons. Nunzio Galantino, ha scritto a Papa Benedetto XVI e al card. Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale italiana, per ringraziarli "dell’attenzione e dell’affetto espressi alle popolazioni colpite dal terremoto del 26 ottobre". "La Sua preghiera, Beatissimo Padre, e la preghiera alla quale Lei ha invitato domenica scorsa, durante l’Angelus, la comunità dei credenti ci aiuta ad attraversare – afferma il vescovo – con minore apprensione questo momento e a viverlo radicati nella fede e sostenuti dalla carità di tutti. Le popolazioni dei centri toccati dal sisma stanno reagendo con grande dignità e stanno evidenziando grande e solidale attenzione nei confronti dei più bisognosi. Questo ha permesso – conclude mons. Galantino – di evitare i problemi legati ai grandi numeri di sfollati da assistere in emergenza". "In questi giorni di particolare difficoltà per la nostra Chiesa diocesana – scrive mons. Galatino al card. Bagnasco – ho potuto sperimentare l’affetto collegiale di tanti Confratelli e l’attenzione solidale della Chiesa italiana. Sentirci accompagnati dall’affetto e dalla preghiera ci aiuta ad attraversare con minore apprensione questo momento e a viverlo radicati nella fede e sostenuti dalla carità di tutti".

Meteo Web

Commenti