Il Papa: se lo sappiamo ascoltare, se gli facciamo spazio nella nostra vita, Dio scioglie l’egoismo che spesso inquina i rapporti tra le persone e tra le Nazioni e fa sorgere desideri di riconciliazione, di perdono e di pace, anche in chi ha il cuore indurito

Questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Benedetto XVI ha ricevuto in udienza una rappresentanza di ragazzi dell’Azione Cattolica Italiana (A.C.R.) per i tradizionali auguri natalizi. Un incontro festoso, semplice e familiare, tra il Papa e i ragazzi dell’Azione Cattolica che quest’anno hanno svolto il loro cammino sulla frase guida “in cerca di autore”. Il Santo Padre ha parlato dell’uomo che cerca la vita e la gioia, e senza saperlo cerca Dio, vero autore della vita e della gioia, quella “che sorpassa tutte le altre e che dura per tutta la vita”, cioè Gesù: “Ricordate, cari amici: quanto più imparerete a conoscerlo e a dialogare con Lui, tanto più sentirete nel cuore di essere contenti e sarete capaci di vincere le piccole tristezze che ci sono a volte nell’animo”. L’uomo cerca l’amore, ma lo troverà solo in Dio, autore dell’amore. Non si può vivere da soli, chiusi in se stessi, ha afferma toil Papa: “Tutti abbiamo bisogno di voler bene e di sentire che qualcuno ci accetta e ci vuole bene. Sentirsi amati è necessario per vivere, ma è altrettanto importante essere capaci di amare gli altri, per rendere bella la vita di tutti, anche dei vostri coetanei che si trovano in situazioni difficili. Gesù ci ha fatto vedere con la sua vita che Dio ama tutti senza distinzione e vuole che tutti vivano felici”. Il Papa ha ricordato, in proposito, l’iniziativa dei giovani dell’Azione Cattolica per aiutare in modo concreto i ragazzi di strada in Egitto. Infine, ha sottolineato il Papa, l’uomo cerca la pace, “di cui il mondo ha tanto bisogno”: “Spesso gli uomini pensano di poter costruire la pace da soli, ma è importante capire che è Dio che può donarci una pace vera e solida. Se lo sappiamo ascoltare, se gli facciamo spazio nella nostra vita, Dio scioglie l’egoismo che spesso inquina i rapporti tra le persone e tra le Nazioni e fa sorgere desideri di riconciliazione, di perdono e di pace, anche in chi ha il cuore indurito”. Chi cerca il grande Autore della vita, della gioia, dell’amore, della pace , ha concluso Benedetto XVI, scoprirà che questo Autore non è mai lontano da lui, “anzi, è vicinissimo: è il Dio che si è fatto bambino in Gesù!”.

Radio Vaticana

UDIENZA A UNA DELEGAZIONE DI RAGAZZI DELL’AZIONE CATTOLICA ITALIANA - il testo integrale del discorso del Papa
 

Commenti