Dino Boffo: basta con questa ubriacatura da social network dentro la Chiesa. I nuovi media possono aggiungersi, non sostituirsi a quelli classici, che ci mettono a contatto con il cuore vivo della comunità cristiana

''Basta con questa ubriacatura da social network, anche dentro la Chiesa. Basta, basta. Questa ubriacatura la pagheremo cara, ci sveglieremo che non avremo più i nostri media cattolici, quelli classici''. Lo ha detto Dino Boffo (nella foto con Benedetto XVI), direttore di Tv2000, intervenendo all'incontro organizzato in patriarcato a venezia per la festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. ''Permettetemi di dire che non lo vedo l'85enne Papa, teologo e pensoso, ad avere a che fare con Twitter'', ha esemplificato Boffo, invitando ad una maggiore prudenza quanti, anche nella Chiesa, si lasciano fagocitare dai new media. ''Questi mezzi sembrano dare sprint, ti portano a 'la page', sembrano darti un tocco di notorietà a buon prezzo'' ma ha aggiunto Boffo, ''ma i nuovi media possono aggiungersi, non sostituirsi a quelli classici, che non sono la sopravvivenza di ruderi, ma i media che ci mettono a contatto con il cuore vivo della comunità cristiana''.

Asca

Commenti