Card. Vallini al Papa: adoriamo la volontà di Dio ed accogliamo dalla sua amata persona l'insegnamento di come si ama e si serve Cristo e la Chiesa. Al suo dolce e forte esempio di vita rimarremo legati per sempre

"Al suo dolce e forte esempio di vita rimarremo legati per sempre". Così il cardinale vicario Agostino Vallini si è rivolto al Papa all'inizio dell'incontro con il clero romano. "Non le nascondiamo - ha aggiunto - che nel nostro animo si mescolano insieme molti sentimenti: tristezza e rispetto, ammirazione e rimpianto, affetto e fierezza. In tutto ciò adoriamo la volontà di Dio ed accogliamo dalla sua amata persona l'insegnamento di come si ama e si serve Cristo e la Chiesa". "La tradizione che vede il clero di Roma riunirsi intorno al suo vescovo all'inizio della Quaresima è stata sempre considerata un dono grande per il nostro cammino spirituale e per i frutti pastorali del nostro ministero", ha detto il card. Vallini introducendo l'incontro, dedicato ai ricordi di Papa Ratzinger sul Concilio Vaticano II. "Ma l'incontro di oggi - come è facile comprendere - assume un significato ed un valore del tutto particolari per quanto ella, vicario di Cristo, vorrà consegnarci e invitarci a custodire come 'perla preziosa' per noi e per la Chiesa", ha aggiunto il vicario di Roma. "Padre Santo - ha detto ancora Vallini, con voce rotta dalla commozione -, nel corso di questi anni lei ci ha sempre chiesto di accompagnarla con la preghiera e in questi giorni difficili la richiesta è diventata più pressante". A nome dei sacerdoti di Roma, ha aggiunto il vicario, "che al Papa vogliono davvero bene che ci impegniamo a pregare ancora di più per lei".

Ansa, Corriere della Sera

Saluto del card. Vallini al Santo Padre

Commenti