giovedì 16 febbraio 2012

I cardinali Erdő e Pengo al Papa: i cristiani in Africa e Europa, realtà diverse ma stessa fede e missione da compiere. Grazie dell'amore per la gente

I cristiani in Africa e in Europa vivono realtà diverse ma hanno la stessa fede e la stessa missione da compiere. I cardinali Peter Erdõ e Polycarp Pengo hanno presentato insieme al Papa le conclusioni del Simposio, illustrandogli lo sforzo comune per la nuova evangelizzazione, arricchito dallo scambio delle reciproche esperienze. "Ci siamo riuniti per intensificare i nostri rapporti di comunione eper guardare insieme alla nostra missione" ha detto il porporato ungherese, arcivescovo di Esztergom-Budapest, spiegando: "I problemi dei nostri due continenti e dei diversi Paesi sono diversi, ma ci sono anche aspetti comuni e, soprattutto, e comune l'entusiasmo della fede, quando essa e viva". Nel suo saluto il cardinale tanzaniano Pengo, arcivescovo di Dar-es-Salaam, ha ribadito che per "i cristiani di Africa e di Europai valori fondamentali restano identici" nonostante "la recente e dominante crisi della cultura, molto sentita in Europa, ma non per questo meno grave in Africa". Per il cardinale "il fondamento dell'intera crisi antropologica e socio-economica e da ritrovarsi nella chiusura ideologica a Dio e nell'ateismo dell'indifferenza che dimenticano il Creatore e rischiano di dimenticare anche i valori umani". La nuova evangelizzazione, ha detto, "deve cominciare con il risveglio nell'intimo del cuore umano del desiderio di Dio, tante volte dimenticato". E ha confermato il progetto, avviato nel 2004, di continuare a "stringerei rapporti personali ed ecclesialitra i due continenti. L'esperienza di questi giorni conferma l'importanza di proseguire con nuove tappe per continuare a essere attenti a quello che lo Spirito Santo ci spinge a fare insieme". Il cardinale ha infine ringraziato il Papa per "l'impegno cosi chiaro e pieno di speranza nella promozione della comunione ecclesiale" e per "l'amore così visibile per la gente d'Africa e d'Europa".

L'Osservatore Romano
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001