mercoledì 7 marzo 2012

Giornata Mondiale della Gioventù 2013. In Piazza San Pietro una copia di tre metri del Cristo Redentore di Rio. Jacquinet sul sopralluogo vaticano

Una copia di tre metri della statua del Cristo Redentore del Corcovado (foto), simbolo di Rio de Janeiro, sarà portata in Piazza San Pietro, in occasione dell’incontro, (28 marzo - 1° aprile), a Rocca di Papa, dei delegati della pastorale giovanile di 80 Paesi del mondo in vista della XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù (23-28 luglio 2013). È quanto emerso nella conferenza stampa, svoltasi a Rio de Janeiro, lo scorso 2 marzo, al termine del sopralluogo della delegazione vaticana guidata dal card. Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio Consiglio per i Laici. Tracciando all'agenzia SIR un bilancio del sopralluogo il responsabile della sezione Giovani del dicastero vaticano, padre Eric Jacquinet, ha dichiarato di “essere rimasto colpito dalla collaborazione in atto tra la Chiesa, il governo locale e quello nazionale, per organizzare la GMG come anche dall’umiltà del Comitato organizzatore, composto in larga parte da giovani, pronti a recepire i vari consigli dati”. L’alto numero di pellegrini attesi a Rio nel 2013 - si parla di 3-4 milioni - pone problemi legati agli spostamenti interni in occasione dei ‘Giorni nelle diocesi’ ma, afferma Jacquinet, “il Comitato è consapevole di ciò e troverà soluzioni adeguate per limitare i disagi”. Altra sfida sarà la sicurezza. La GMG, così come i Mondiali di calcio del 2014 e le Olimpiadi del 2016, “rappresenta per il Brasile un’ulteriore occasione di rilancio e di lotta contro il disagio sociale. Un impegno che vede la Chiesa in prima linea. Ed è anche per questo che all’interno del Comitato organizzatore della GMG opera, tra gli altri, un dipartimento che si occupa di prevenzione dalle droghe, vera piaga del Brasile”.

SIR

GMG 2013. Un entusiasmo condiviso: sopralluogo della delegazione vaticana a Rio de Janeiro
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001