Bagnasco: a volte le ombre sembrano preponderanti ma il Papa ci ricorda che il Signore è presente e ci ripete dolcemente le sue parole 'Non temete'

"A volte, le onde e le ombre sembrano preponderanti, ma il Papa ci ricorda che il Signore è presente e ci ripete dolcemente le sue parole: 'Non temete'. La Chiesa è profezia, cioè guarda lontano, oltre le contingenze, ma, soprattutto, dentro alle circostanze per coglierne gli esiti futuri e inevitabili. E lo fa con lo sguardo dello Spirito Santo". Così ieri il card. Angelo Bagnasco (nella foto con Benedetto XVI), presidente della Conferenza Episcopale italiana e arcivescovo di Genova, nel discorso pronunciato al termine della Processione del Corpus Domini, partita dalla Chiesa di San Siro e terminata davanti alla Cattedrale San Lorenzo. "In questo momento di grazia - ha affermato il card. Bagnasco - vogliamo pensare al Santo Padre, Benedetto XVI: egli è il Successore di Pietro, la pietra su cui Cristo ha fondato la Sua Chiesa. A lui vogliamo stringerci come a roccia solida, che conferma la fede, e come a nocchiero autentico che guida la barca della Chiesa". "La Chiesa - ha aggiunto il presidente della CEI - non parla per contrastare, ma per servire, non vuole affermare se stessa, ma essere fedele al suo Signore e all'uomo: mette in guardia da illusioni, ricorda la verità di Dio e dell'uomo come la risorsa ineguagliabile della famiglia, della vita, del bene comune".

Agi

Commenti