Pontificio Consiglio per i Laici commissaria la Comunità Missionaria di Villaregia dopo i gravi comportamenti immorali del prete fondatore

Il 22 maggio scorso, il Pontificio Consiglio per i Laici, dopo approfondita indagine, ha decretato la rimozione dalla carica di presidenti dei fondatori della Comunità Missionaria di Villaregia, padre Luigi Prandin e Maria Luigia Corona, e ha disposto la loro dimissione da membri dell'Associazione con l'ingiunzione di non risiedere in futuro in nessuna casa della medesima. Lo si legge in una nota pubblicata sul sito della comunità e confermata dal portavoce della Santa Sede Federico Lombardi. "Il provvedimento è avvenuto a seguito di numerose denunce firmate, pervenute al Pontificio Consiglio per i Laici, riguardanti gravi comportamenti immorali perpetrati nel passato da padre Luigi Prandin nei confronti di alcune missionarie maggiorenni. Tale azione disciplinare colpisce anche la fondatrice, Maria Luigia Corona, perché, pur essendo a conoscenza dei fatti, ha coperto e mentito", si legge nella nota del commissario pontificio padre Amedeo Cencini, religioso canossiano, che guiderà la comunità nella fase di ristrutturazione e risanamento sollecitata dalla Santa Sede. Il dicastero vaticano, precisa la nota, "ha inteso assolvere a un dovere di giustizia e dare una risposta fedele alle ripetute esortazioni del Santo Padre Benedetto XVI, che chiede di stabilire la verità di ciò che è accaduto in passato, prestando al contempo una particolare attenzione alle vittime e prendendo tutte le misure atte ad evitare che si ripeta in futuro". "Il provvedimento della Chiesa è grave, ma oltre a porsi nella linea della verità, con il coraggio e la sofferenza che ciò comporta, è e vuole essere anche un atto di grande fiducia e stima nei confronti della comunità di Villaregia e delle persone, missionarie, missionari, coppie di sposati e tutti quei volontari, che in gran numero e in modi diversi, hanno collaborato in questi anni per l'ideale missionario".

TMNews

Nota ufficiale del Commissario Pontificio

Commenti