domenica 2 settembre 2012

Benedetto XVI: felice di andare tra poco in Libano. I saluti plurilingue: ricomincia la scuola, è bello e necessario imparare, fatelo con il cuore

Nei saluti in varie lingue che seguono la recita dell'Angelus, in francese Benedetto XVI si è rivolto, “in questo periodo di rientro”, a studenti e allievi che cominciano un nuovo anno scolastico: “È bello e necessario imparare. Fatelo con il cuore. Possiate voi anche scoprire la gioia dell’amicizia! Il tempo per lo sport e lo svago è importante, ma il tempo per la famiglia e per Dio è più importante ancora. I vostri genitori e i vostri insegnanti dovrebbero incoraggiare il giusto equilibrio”. Anche in polacco il Papa ha ricordato: “Domani i bambini e i giovani cominceranno il nuovo anno scolastico e catechistico. Chiedo a Dio la luce dello Spirito Santo e i doni necessari per gli allievi e le allieve, nonché per tutti coloro che si impegneranno affinché questo sia per loro un tempo di crescita nella sapienza e nella grazia davanti a Dio e agli uomini”. Ancora in francese ha salutato i pellegrini libanesi presenti, ha assicurato loro la sua preghiera e ha espresso la sua “gioia” di visitare tra poco il loro “bellissimo paese”. In inglese, il Pontefice ha ricordato che il Vangelo odierno spinge a una “più grande armonia tra la fede che custodiamo nei nostri cuori e il nostro comportamento esterno. Per grazia di Dio, possiamo noi essere purificati dentro e fuori, in modo da vivere integralmente il nostro servizio a Cristo e al suo messaggio”. In spagnolo ha posto l’accento sul fatto che la “vera sapienza consiste nel soddisfare con sincerità i precetti di Dio, affinché con il suo aiuto cresciamo nella conoscenza e nella pratica della virtù”.

SIR
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001