Giornata Mondiale della Gioventù 2013. Aperti a Rio de Janeiro i lavori dell'incontro mondiale in preparazione all'evento con oltre 200 delegati di pastorale giovanile, in rappresentanza di oltre 70 Paesi

Si è aperto ieri sera, con una Messa nella chiesa della Madonna del Carmine, a Rio De Janeiro, l’incontro mondiale in preparazione alla Giornata mondiale della Gioventù che si svolgerà nella citta brasiliana dal 23 al 28 luglio 2013. Oltre 200 delegati di pastorale giovanile, in rappresentanza di oltre 70 Paesi, hanno partecipato alla Messa presieduta dall’arcivescovo di Rio, dom Orani Joao Tempesta, con il card. Stanislaw Rylko, presidente del Pontificio Consiglio per i laici, che con il Comitato organizzatore locale della GMG, ha promosso l’iniziativa. Nell’omelia l’arcivescovo ha messo in evidenza come la GMG “rientri nell’Anno della fede e rappresenti un momento di rinnovamento della fede dei giovani così che possano diventare ‘lievito nella pasta’ e quindi protagonisti nella nostra società grazie a Cristo”. Un concetto ripreso anche dal Nunzio apostolico in Brasile, mons. Giovanni D’Aniello, che ha sottolineato come “i tantissimi giovani che saranno a Rio il prossimo luglio doneranno alla città e a tutto il Paese una grande testimonianza di fede gioiosa, contagiosa e, al tempo stesso, matura”. Al termine della celebrazione è stata consegnata a mons. Tempesta una lettera dei genitori della Beata Chiara Luce Badano una dei tredici intercessori della GMG di Rio. Nel testo, letto pubblicamente, i genitori auspicano che l’esempio della figlia Chiara Luce “possa contribuire a fare da modello e sprone alla vita di tanti giovani che cercano, anche in tempi così difficili, di dare un senso alla loro vita”. La lettera si chiude con l’annuncio che i genitori di Chiara Luce saranno a Rio per la GMG. I lavori della conferenza proseguono oggi con le relazioni di mons. Tempesta, del card. Rylko e con una serie di informazioni riguardanti aspetti pratici e logistici della GMG (visti, alloggi, iscrizioni, sicurezza, pasti, luoghi della veglia e della messa finale). Martedì il programma prevede alcuni interventi che riguardano il settore volontari, traduzioni, fiera vocazionale e Settimana vocazionale. La giornata di mercoledì, che precede quella della partenza, sarà riservata all’incontro con alte istituzioni comunali, regionali e nazionali, agli interventi di sintesi del card. Rylko e di mons. Tempesta e alla visita del Santuario del Corcovado e alla preghiera con i giovani nella parrocchia di Ipanema.

SIR

Commenti