sabato 1 dicembre 2012

Benedetto XVI incontra i partecipanti al pellegrinaggio della Gente dello spettacolo viaggiante promosso nell’ambito dell’Anno della fede. Il Papa tiene in mano un 'pupo' siciliano e accarezza due cuccioli di leone. Il saluto del card. Vegliò

A mezzogiorno, nell’Aula Paolo VI, il Papa ha ricevuto in udienza i partecipanti al pellegrinaggio della "Gente dello spettacolo viaggiante", promosso nell’ambito dell’Anno della fede dal Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, in collaborazione con la Diocesi di Roma e con la Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopale Italiana. Erano presenti migliaia di circensi, fieranti, burattinai, artisti di strada, esponenti di bande musicali, musica meccanica, gruppi folcloristici e madonnari. Lo spettacolo viaggiante “esige costante disponibilità al pubblico di ogni età e attenzione a rispettare la sensibilità di tutti, a osservare le normative dettate dalle Amministrazioni pubbliche e ad adeguarsi alle disposizioni che, a livello locale, regolano la giusta interazione tra le persone. Se ciò non è sempre facile, tuttavia sempre rimane il desiderio di costruire corrette relazioni, che vincano pregiudizi e stereotipi, eliminando eventuali discriminazioni e marginalità”. Così il card. Vegliò ha salutato Benedetto XVI. “Le comunità ecclesiali locali, con le caratteristiche di apertura e accoglienza insite nel messaggio evangelico - ha aggiunto il porporato - possono giocare un ruolo importante nello sforzo, che d’altronde spetta a tutti, di difendere la centralità e la dignità di ogni persona umana e, in particolare, di non trascurare le legittime aspirazioni delle persone dello spettacolo viaggiante”. Dopo il saluto del cardinale tre brevi testimonianze mentre un gruppo di alunni dell’Accademia d’Arte Circense hanno offerto un loro saggio seguito dalla recita dell’ultimo dei Maestri pupari siciliani. L'udienza papale conclude un pellegrinaggio di due giorni, ieri e oggi, che compiono in Vaticano professionisti del circo, esercenti di luna park e delle fiere, artisti di strada, madonnari e burattinai, componenti di bande musicali e di gruppi folcloristici. L'occasione ha portato anche una giostra a cavalli, un tendone del circo e un teatrino dei burattini in Piazza San Pietro. Benedetto XVI ha tenuto in mano, a favore dei fotografi, un pupo siciliano ed ha accarezzato due cuccioli di leone. I circa 7.000 partecipanti provengono da Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Romania, Russia, Spagna, Svizzera, Ungheria e Stati Uniti d'America.

TMNews, SIR
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001