sabato 26 gennaio 2013

Dal 28 al 31 gennaio la riunione del Comitato permanente della CEI aperta dalla prolusione del card. Bagnasco. I vescovi approfondiranno tra gli altri il recente Motu Proprio 'Intima Ecclesiae natura'

Dal 28 al 31 gennaio 2013 si riunisce a Roma, presso la sede della CEI, il Consiglio Episcopale Permanente. All’ordine del giorno dei lavori, che saranno aperti lunedì alle 17.30 dalla prolusione del cardinale presidente Angelo Bagnasco (nella foto con Benedetto XVI), l’approfondimento del recente Motu proprio "Intima Ecclesiae natura", che sottolinea le responsabilità dei pastori rispetto alle molteplici forme di carità che coinvolgono la comunità cristiana. Vi sarà, quindi, l’esame e l’approvazione di una Nota pastorale, curata dalla Commissione Episcopale per la cultura e le comunicazioni sociali e dalla Commissione Episcopale per la famiglia e la vita, sul valore e la missione dell’oratorio. I Vescovi guardano a questa realtà come a una delle proposte più significative, ricca di tradizione e, nello stesso tempo, capace di garantire un continuo rinnovamento per rispondere alle odierne esigenze educative. Con la finalità di riproporre una più incisiva azione pastorale nell’ambito della catechesi e della formazione dei catechisti, verrà presentata e discussa una proposta organica di indice per un testo di orientamenti per la catechesi. Tra le altre tematiche che interesseranno il Consiglio Episcopale Permanente, una comunicazione sugli ultimi sviluppi della legislazione italiana in materia di IMU ed Enti ecclesiastici, nonché sulle prospettive di evoluzione anche in riferimento alla dimensione europea. Venerdì 1° febbraio, alle 12, a Roma, presso la Sala Marconi della Radio Vaticana, si terrà la conferenza stampa di presentazione del comunicato finale con mons. Mariano Crociata, Segretario Generale della CEI.

Zenit
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001