giovedì 5 gennaio 2012

600° anniversario della nascita di Santa Giovanna d'Arco. Il Papa: ci invita ad una misura alta della vita cristiana. La fede luce che guida le scelte

Iniziano domani in Francia le celebrazioni per il 600° anniversario della nascita di Giovanna d’Arco (foto). I festeggiamenti culmineranno il 13 maggio quando, nella Basilica di Domrémy, luogo di nascita della Santa, si svolgerà una Messa solenne presieduta dall’arcivescovo di Parigi, il card. André Vingt-Trois. Benedetto XVI il 26 gennaio dello scorso anno ha tenuto un’intensa catechesi sulla vita e la spiritualità di Giovanna d’Arco. La Francia si prepara a celebrare la sua eroina nazionale, una di quelle “donne forti”, ha affermato il Papa, che “alla fine del Medioevo portarono senza paura la grande luce del Vangelo nelle complesse vicende della storia”. A soli 17 anni Giovanna d’Arco, ispirata dall’Arcangelo Michele, cerca di mettere pace tra inglesi e francesi nel nome di Gesù. Non viene ascoltata, allora s’impegna per la liberazione del suo popolo. La giovane contadina francese, spinta da un ardente amore per Gesù e Maria, guida con coraggio uomini insicuri e vacillanti e libera Orléans. Ma viene catturata dai suoi nemici, processata per eresia e condannata al rogo. Benedetto XVI: “Questo processo è una pagina sconvolgente della storia della santità e anche una pagina illuminante sul mistero della Chiesa, che, secondo le parole del Concilio Vaticano II, è ‘allo stesso tempo santa e sempre bisognosa di purificazione’”.
I giudici sono degli ecclesiastici, teologi, osserva il Papa, ai quali mancano la carità e l'umiltà di vedere in questa giovane l’azione di Dio”: “Così, i giudici di Giovanna sono radicalmente incapaci di comprenderla, di vedere la bellezza della sua anima: non sapevano di condannare una Santa...Nell'Amore di Gesù, Giovanna trova la forza di amare la Chiesa fino alla fine, anche nel momento della condanna”.
Giovanna muore pronunciando più volte ad alta voce il nome di Gesù. 25 anni dopo Callisto II dichiara nulla la sua condanna, nel 1920 viene proclamata Santa. “Santa Giovanna d’Arco - afferma Benedetto XVI - ci invita ad una misura alta della vita cristiana”: “La liberazione del suo popolo è un’opera di giustizia umana, che Giovanna compie nella carità, per amore di Gesù. Il suo è un bell’esempio di santità per i laici impegnati nella vita politica, soprattutto nelle situazioni più difficili. La fede è la luce che guida ogni scelta”.

Radio Vaticana

Udienza generale, 26 gennaio 2011, Santa Giovanna d'Arco
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001