Patriarca di Mosca: ci sono ancora conflitti da risolvere con maggiore energia, se non completamente, affinchè l'incontro con il Papa abbia successo

I rapporti "sono migliorati", ma per il tanto agognato storico incontro non è ancora il momento: il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill (nella foto con Benedetto XVI) ha detto che ancora una volta non ci sono presupposti per un bilaterale con il Papa. "Credo ci siano ancora conflitti da risolvere con maggiore energia, se non completamente, affinchè questo incontro abbia successo", specifica il capo della Chiesa Ortodossa russa in un'intervista al quotidiano serbo Vecherniye Novosti, la cui traduzione è stata pubblicata sul sito del Patriarcato. Secondo Kirill i media hanno ribadito "solo l'aspetto sensazionalistico di un incontro possibile", spiegando di "non volere" che sia tutto ridotto a questo. Serve a suo dire un ulteriore sviluppo delle relazioni tra la Chiesa ortodossa russa e la Chiesa Cattolica romana: "dobbiamo lavorare insieme per migliorare radicalmente l'atmosfera di queste relazioni, risolvendo i problemi che esistono tra noi". Allo stesso tempo, il Patriarca ha detto che il rapporto tra la Chiesa ortodossa russa e la Chiesa Cattolica "è notevolmente migliorato" nel corso degli ultimi 10 anni. "La questione del proselitismo non è più così grave come era nel 1990, quando i missionari cattolici sono venuti in Russia per lavorarvi attivamente. Il Gruppo misto per le questioni tra la Chiesa ortodossa russa e la Chiesa cattolica romana in Russia, che è stato creato nel 2004, ha giocato il suo ruolo positivo, "ha detto. Parlando però di quello che per Mosca è il 'sequestro' delle chiese ortodosse in Ucraina da parte della Chiesa greco-cattolica ucraina, il Patriarca ha sottolineato che la Chiesa russa ha recentemente suggerito di far rivivere la commissione a 4 composta dal Vaticano, il Patriarcato di Mosca, la Chiesa ortodossa ucraina e la Chiesa greco-cattolica ucraina. "Tuttavia, la Chiesa Cattolica non era molto entusiasta la nostra offerta", ha detto. Il tema è stato regolarmente sollevato durante gli incontri con i rappresentanti della Chiesa cattolica al Patriarcato di Mosca, aggiunge il Patriarca. "Il Papa e i responsabili delle congregazioni del Vaticano esprimono comprensione, ma il problema resta irrisolto" conclude Kirill.

TMNews

Commenti