Il Papa recita l'Angelus affacciato su una Piazza San Pietro imbiancata: è bella la neve, ma speriamo che presto venga la primavera

''E' bella la neve, ma speriamo che presto venga la primavera!''. Anche Benedetto XVI, salutando con queste parole esclamate 'a braccio' i fedeli al termine dell'Angelus, non ha mancato di fare riferimento alle nevicate e al gelo di questi giorni. Il Papa, che oggi indossava il cappotto bianco, si è affacciato su una Piazza San Pietro ancora incorniciata dalla neve e dal ghiaccio, anche se in gran parte ripulita dagli efficienti servizi vaticani. La presenza di decine di migliaia di fedeli, che non si sono lasciati spaventare troppo dalle difficoltà di muoversi a Roma anche oggi, ha lasciato intatto il candore della neve sul sagrato e nella zona centrale della piazza, quella attorno all'obelisco recintata ancora per proteggere il presepio e l'albero.

Ansa, Agi

Commenti