giovedì 21 giugno 2012

Benedetto XVI riceve il presidente del Montenegro Vujanović. Scambio degli strumenti di ratifica dell'Accordo di base tra la Santa Sede e il Paese

Il Papa ha ricevuto in udienza, questa mattina in Vaticano, il presidente del Montenegro, Filip Vujanović. Scopo principale della visita, informa una nota della Sala Stampa, “era lo scambio degli strumenti di Ratifica dell’Accordo di Base fra la Santa Sede e il Montenegro”, a cui hanno proceduto il cardinale segretario di Stato, Tarcisio Bertone, e lo stesso presidente del Montenegro. L’Accordo, che era stato firmato nel 2011, sottolinea il comunicato della Sala Stampa, “è frutto degli ottimi rapporti fra la Santa Sede e il Montenegro, stabilitisi fin dall’indipendenza del Paese”. Il documento riconosce, “nell’ambito civile, la personalità giuridica pubblica della Chiesa cattolica e delle sue principali istituzioni, la libertà e l’indipendenza nell’attività apostolica e nella regolamentazione delle materie di competenza specifica della Chiesa, nonché la libertà di culto e di azione in ambito culturale, educativo, pastorale e caritativo”. Nel corso dei colloqui, prosegue il comunicato, “è stato anche rilevato come l’Accordo rappresenti uno sviluppo positivo nel consolidamento dello Stato di diritto e dei principi democratici sui quali il Montenegro vuole fondare il proprio avvenire”. Inoltre, c’è stato “un fruttuoso scambio di vedute su temi di attualità internazionale e sulla situazione regionale”. In particolare, conclude la nota, “è stato confermato l’apprezzamento con cui la Santa Sede segue il cammino del Montenegro verso l’integrazione europea”. E’ emersa infine “la volontà di mantenere vivo lo spirito di collaborazione con un dialogo costruttivo su temi di interesse comune per la Chiesa e per lo Stato”. Scambio di battute al momento dello scambio dei regali. Il capo di Stato montenegrino ha regalato a Benedetto XVI un quadro e un libro di Mihailo Jovicevic, artista figurativo contemporaneo. "It's modern art", ha commentato il Papa guardando il quadro. "With traditional messages" (con messaggi tradizionali), ha precisato Jovicevic. "Beautiful", ha concluso Papa Ratzinger, che ha regalato al presidente del Montenegro una medaglia del pontificato. Jovicevic era accompagnato dalla moglie, dall'ambasciatore presso la Santa Sede, dal capo di gabinetto e da due consiglieri. Il colloquio privato tra il Papa e il presidente del Montenegro, in inglese, è durato poco più di un quarto d'ora.

Radio Vaticana, TMNews

COMUNICATO DELLA SALA STAMPA DELLA SANTA SEDE: UDIENZA AL PRESIDENTE DEL MONTENEGRO

SCAMBIO DEGLI STRUMENTI DI RATIFICA DELL’ACCORDO DI BASE TRA LA SANTA SEDE E IL MONTENEGRO

Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001