Il primo fine settimana di settembre a Castel Gandolfo il tradizionale incontro del Papa con i suoi ex allievi, quest'anno a confronto sull'ecumenismo

Fedele a una tradizione che dura da oltre 40 anni, istituita quand’era professore di Teologia a Ratisbona, e come avviene ogni anno dall’inizio del suo Pontificato, Benedetto XVI ritroverà il il primo fine settimana di settembre a Castel Gandolfo un gruppo di suoi ex-allievi, il "Ratzinger Schuelerkreis", che quest’anno si confronterà sul tema dell’ecumenismo come riferisce l’agenzia francofona I.Media. I circa 30 membri del "Ratzinger Schuelerkreis", in gran parte provenienti dai Paesi di lingua tedesca, si dedicheranno in particolare ai risultati ottenuti in materia di ecumenismo e alle questioni ancora in discussione con le chiese evangeliche e gli anglicani. Farà da riferimento il libro intitolato "Raccogliere i frutti", pubblicato nell’ottobre 2009 dal cardinale tedesco Walter Kasper, presidente emerito del Pontificio Consiglio per la promozione dell’Unità dei cristiani. Gli incontri fra il prof. Ratzinger e i suoi ex allievi risalgono al 1970, quando era docente a Ratisbona. Sono poi proseguiti quando Joseph Ratzinger è diventato arcivescovo di Monaco e successivamente prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. Anche dopo l’elezione al Soglio di Pietro nel 2005, Papa Ratzinger ha mantenuto questa tradizione, invitando i suoi ex allievi a riunirsi a Castel Gandolfo alla fine di agosto, inizio di settembre. Il tema dell’anno scorso era stato quello della nuova evangelizzazione.

Vatican Insider

Commenti