Il Papa: spero nel dialogo tra il governo della Colombia e le forze armate rivoluzionarie per porre fine al conflitto. I saluti nelle diverse lingue

Il Papa si augura che il dialogo tra governo colombiano e forze rivoluzionare, annunciato di recente, possa essere "guidato dalla volontà del perdono". Benedetto XVI lo ha detto nei saluti in lingua spagnola, al termine dell'Angelus: "E' stato annunciato un importante dialogo tra il governo colombiano e rappresentanti delle forze armate rivoluzionarie, con la partecipazione di delegati del Venezuela e del Cile, per provare a porre fine al conflitto che da decenni affligge questo amato paese. Spero che quanti prendano parte a questa iniziativa si lascino guidare dalla volontà del perdono e della riconciliazione nella ricerca sincera del bene comune".
In polacco, l’annuncio della II Settimana dell’Educazione che, per iniziativa della Conferenza dell’Episcopato Polacco, inizierà tra poco in Polonia, con l’augurio che “essa ravvivi la cooperazione tra la famiglia, la scuola e la Chiesa, per garantire ai bambini e ai giovani una solida formazione intellettuale, culturale, spirituale e cristiana”. Poi, un cordiale saluto ai cattolici e a tutti i cittadini del Kazakhstan, dove il Papa ricorda che il card. Sodano, quale suo Legato, celebra oggi la Dedicazione della nuova Cattedrale di Karaganda, e ai fedeli di Leopoli dei Latini, in Ucraina, che ieri, alla presenza dell’altro Legato del Papa, il card. Tomko, hanno commemorato il sesto centenario della fondazione di quella arcidiocesi.

TMNews, Radio Vaticana

Commenti