lunedì 1 ottobre 2012

Benedetto XVI è rientrato in Vaticano dopo tre mesi di residenza a Castel Gandolfo. Inizia un mese denso di avvenimenti



Alle 11.58 circa è atterrato in Vaticano l'elicottero che portava Benedetto XVI dalle Ville Pontificie di Castel Gandolfo dove è rimasto 90 giorni, dal 3 luglio scorso, per il tradizionale periodo estivo di vacanza-lavoro. Accompagnato dall’arcivescovo James Michael Harvey, prefetto della Casa Pontificia, e dai monsignori Georg Gänswein, segretario particolare, e Alfred Xuereb, della segreteria particolare, il Pontefice è partito in elicottero intorno alle 11.30 dalla cittadina laziale, dove è stato salutato dal vescovo di Albano, mons. Marcello Semeraro, e dal direttore delle Ville Pontificie, Saverio Petrillo. All’eliporto vaticano erano ad attenderlo il cardinale decano Angelo Sodano, il vescovo Giuseppe Sciacca, segretario generale del Governatorato, e il rogazionista Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontificia. Successivamente, al cortile di San Damaso il Pontefice è stato accolto dal cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone e dall’arcivescovo Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato. Attendono il Papa numerosi e importanti impegni pastorali, tra cui la visita a Loreto, l'apertura della XIII Assemblea generale ordinaria del Sinodo dei vescovi dedicata all'evangelizzazione e l'inizio dell'Anno della fede in occasione del 50° dell'apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II.

Il Sismografo, L'Osservatore Romano
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001