lunedì 8 ottobre 2012

Mons. Maniago, uscito pulito dallo scandalo di Lelio Cantini, dovrebbe essere il nuovo vescovo di Ischia. Mons. Scicluna aveva espresso al Papa il desiderio di tornare a Malta

E' solo una curiosa coincidenza ma lasceranno la penisola nei prossimi mesi per destinazioni geograficamente simili due prelati tra loro coetanei, hanno entrambi 53 anni, il cui nome è legato alle inchieste sugli abusi sessuali, uno perchè se ne è occupato come "promotore di giustizia" dell'ex Sant'Uffizio, guadagnandosi stima e apprezzamento per il suo coraggio e la fedeltà alle severe indicazioni di Papa Ratzinger, mons. Charles Scicluna, che torna in patria come vescovo ausiliare di Malta, e l'altro, mons. Claudio Maniago, dal 2003 ausiliare di Firenze, per essere finito clamorosamente sotto inchiesta, uscendone però pulito. A mons. Maniago, scrive il sito Orticalab, manca solo l'approvazione del Papa per diventare il nuovo vescovo di Ischia. Nel capoluogo toscano, nel 2007 è stato coinvolto nello scandalo di don Lelio Cantini, il parroco di Firenze che ha abusato sessualmente di alcune ragazze, uscendo però pulito dall'oscura vicenda nonostante le accuse pesantissime di due dipendenti laici della Curia e di due sacerdoti. A Firenze, Maniago è attualmente vicario generale dell'ex segretario della CEI Giuseppe Betori, elevato alla dignità cardinalizia da Benedetto XVI lo scorso febbraio. La diocesi di Ischia attende il nuovo vescovo da quando, nel luglio scorso, monsignor Filippo Strofaldi, 72 anni compiuti ad agosto, si è dimesso per gravi motivi di salute. Il trasferimento a Malta del pm Scicluna, che l'anno scorso sembra che avesse rifiutato un più prestigioso incarico vescovile per restare al suo posto e non abbandonare la trincea ratzingeriana della lotta in atto contro la pedofilia e l'omertà diffusa nella Chiesa, è stato commentato con amarezza su molti siti internet. Tuttavia il prelato era promotore di giustizia dal 1995 e quindi un avvicendamento in questo ruolo è normale, anche perchè per un pastore è molto pesante essere sempre immerso negli aspetti più negativi della vita ecclesiale. Inoltre, a quanto si apprende, aveva espresso al Papa il desiderio di tornare in patria per stare più vicino alla sua famiglia.

Agi

www.orticalab.it/Sara-Maniago-il-nuovo-vescovo-di
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001