85° genetliaco di Benedetto XVI. Il Papa: 'non più servi ma amici', il giorno dell'Ordinazione il Signore lo ha detto a me in modo del tutto personale

"'Non iam dicam servos, sed amicos' – 'Non vi chiamo più servi ma amici' (cfr Gv 15,15). A sessant’anni dal giorno della mia Ordinazione sacerdotale sento ancora risuonare nel mio intimo queste parole di Gesù, che il nostro grande arcivescovo, il cardinale Faulhaber, con la voce ormai un po’ debole e tuttavia ferma, rivolse a noi sacerdoti novelli al termine della cerimonia di Ordinazione. Secondo l’ordinamento liturgico di quel tempo, quest’acclamazione significava allora l’esplicito conferimento ai sacerdoti novelli del mandato di rimettere i peccati. 'Non più servi ma amici': io sapevo e avvertivo che, in quel momento, questa non era solo una parola 'cerimoniale', ed era anche più di una citazione della Sacra Scrittura. Ne ero consapevole: in questo momento, Egli stesso, il Signore, la dice a me in modo del tutto personale".

29 giugno 2011: Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo

Commenti