85° genetliaco di Benedetto XVI. Il Papa: il Concilio ha contribuito in maniera rilevante a riaffermare la necessità e l’urgenza dell’evangelizzazione

"Il Concilio Ecumenico Vaticano II, con la partecipazione dei vescovi cattolici provenienti da ogni angolo della terra, è stato un segno luminoso dell’universalità della Chiesa, accogliendo, per la prima volta, un così alto numero di Padri Conciliari provenienti dall’Asia, dall’Africa, dall’America Latina e dall’Oceania. Vescovi missionari e vescovi autoctoni, pastori di comunità sparse fra popolazioni non cristiane, che portavano nell’assise conciliare l’immagine di una Chiesa presente in tutti i Continenti e che si facevano interpreti delle complesse realtà dell’allora cosiddetto 'Terzo Mondo'. Ricchi dell’esperienza derivata dall’essere pastori di Chiese giovani ed in via di formazione, animati dalla passione per la diffusione del Regno di Dio, essi hanno contribuito in maniera rilevante a riaffermare la necessità e l’urgenza dell’evangelizzazione ad gentes, e quindi a portare al centro dell’ecclesiologia la natura missionaria della Chiesa".

Messaggio per la Giornata Missionaria Mondiale 2012

Commenti