Al Congresso Eucaristico internazionale di Dublino l'inaugurazione della 'Healing stone', la pietra di guarigione che ricorda le vittime degli abusi

Durante la cerimonia di apertura del Congresso Eucaristico internazionale di Dublino, che si terrà dal 10 al 17 giugno alla Royal Dublin Society, sarà inaugurata la “Healing stone”, letteralmente “pietra di guarigione”, per tener viva la memoria delle vittime degli abusi sessuali. Nella pietra, che è in granito, è incisa una preghiera composta da una persona che ha subito abusi in ambito ecclesiale. In una nota ufficiale dell’organizzazione del Congresso padre Kevin Doran, segretario generale dell’evento, ha dichiarato che “la pietra esprime l’idea della permanenza”: “Quando si dice che qualcosa è ‘scolpito nella pietra’ si intende che è fatta per restare e non è un pensiero fugace che passa. La pietra rappresenta la ferma determinazione a lavorare per la guarigione e il rinnovamento”. Il segretario ha aggiunto che per “molti che hanno sofferto l’esperienza degli abusi, e per le loro famiglie, il dolore può essere talvolta come una pietra che li schiaccia. Occorre far rotolar via questa pietra in modo che essi siano liberi”. Dopo il Congresso la “Healing stone” avrà una collocazione definitiva, dove le persone potranno andare a pregare, e “sarà permanentemente un pubblico monito della nostra necessità di non dare mai per scontata la salvaguardia delle persone”.

SIR

Commenti