VII IMF-Il Papa a Milano. Le imprese di Confartigianato doneranno i calici, le pissidi e la cattedra di Benedetto XVI per la Messa conclusiva

Confartigianato sarà protagonista al VII Incontro Mondiale delle Famiglie, a Milano dal 30 maggio al 3 giugno e che culminerà con la Santa Messa celebrata da Papa Benedetto XVI. Le imprese di Confartigianato stanno lavorando per donare alla diocesi calici e pissidi per la Comunione di oltre un milione di fedeli. Provengono dalle botteghe artigiane, infatti, 200 calici e 2000 pissidi che verranno utilizzati durante la Messa del 3 giugno. Di questi, 20 pissidi e 20 calici sono stati realizzati secondo libero progetto grazie al concorso di Artigianato d’Arte “Sign2012” promosso da Confartigianato. I calici sono in metallo e trattati in oro per evitare che il vino ne comprometta la tenuta nel tempo. È così che si è deciso lo stampaggio a freddo del metallo e la saldatura esterna del perno di sostegno da personalizzare nei vari materiali. Anche per le pissidi si è preferita un’abbinata di metalli in ottone lucidati, personalizzabili nei sostegni, anch’essi diversi l’uno dall’altro per materiali, forme e dimensioni e i coperchi in acciaio. È stata realizzata da un artigiano brianzolo anche la seduta per il Papa Ratzinger. Quattro sedie cardinalizie e due minori sono state ideate ed eseguite da imprese artigiane di Confartigianato a testimonianza della ricchezza, della varietà e della generosità della produzione manifatturiera artigiana. Questa la trama di un impegno che ha coinvolto tutta Confartigianato, dalle Associazioni locali alla Confederazione nazionale, dalla Lombardia alle altre Regioni e sessanta imprese da Milano alla Brianza, dal Lazio alla Lombardia, da Bolzano alla Valle d’Aosta così che il Memoriale della Celebrazione Eucaristica si accompagni alla memoria delle tante mani e macchine che hanno lavorato con dedizione, passione e gratuità. Sabato il card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano, accoglierà gli artigiani e le loro famiglie e benedirà le opere presentate. I vertici dell’Associazione saranno accanto agli imprenditori ai quali verranno consegnate le pergamene di riconoscimento dalle mani di mons. Erminio De Scalzi. Sarà presente alla cerimonia il presidente di Viterbo Stefano Signori Le pissidi e i calici che saranno utilizzati per la celebrazione saranno poi donati alle parrocchie della diocesi e ai suoi missionari nel mondo intero. I pezzi artistici andranno invece a costituire una collezione itinerante. “Il gesto di Confartigianato – spiegano il presidente Signori e il segretario De Simone – nasce dai valori si cui si fonda la nostra Confederazione, quelli della persona e della famiglia, valori fortemente intrecciati e convergenti con quelli che stanno alla base di Family 2012. Per questo abbiamo contribuito con alcuni oggetti che esprimessero l'essenza dell’esperienza artigiana: un saper fare ricco di senso e di creatività”.

Viterbo Oggi.it

Commenti