I familiari della vittime della crisi scrivono a Benedetto XVI: abbiamo bisogno di aiuto, la dignità di ogni uomo possa tornare ad essere un valore

Hanno scritto anche a Benedetto XVI i familiari delle 'vittime della crisi', che questa mattina saranno protagonisti di una marcia silenziosa dal piazzale dell'ospedale Maggiore di Bologna al vicino parcheggio dell'edificio delle Commissioni tributarie dove il 28 marzo si diede fuoco l'artigiano Giuseppe Campaniello, morto dopo alcuni giorni di agonia. ''Abbiamo bisogno di aiuto, Santo Padre, che la dignità di ogni uomo possa tornare ad essere un valore. Con devozione e speranza''. Il comitato vorrebbe anche realizzare un libro i cui proventi ''andranno alle vedove di questa 'strage del fisco'''.

Ansa

Commenti