Anno della fede. L'Ordinariato militare per l'Italia propone per la fine dell'anno un pellegrinaggio in Terra Santa, iniziativa incoraggiata dal Papa

Un pellegrinaggio in Terra Santa: è la proposta dell’Ordinariato militare per l’Italia in occasione dell’Anno della fede, indetto da Benedetto XVI (11 ottobre 2012 - 24 novembre 2013). In una lettera inviata ai cappellani militari, l’arcivescovo ordinario militare, mons. Vincenzo Pelvi, ricorda come sia lo stesso Benedetto XVI a suggerire la partecipazione a uno speciale pellegrinaggio in Terra Santa, evento a cui l’Anno della fede direttamente si richiama. “Come cristiani - scrive mons. Pelvi - è un’esperienza forte essere dove Gesù è nato. È la terra della sua passione, della sua morte e risurrezione. Ma è anche straziante e dolorosa; perché, esattamente in questa stessa terra, siamo in mezzo ad un moderno conflitto geopolitico ancora in corso. Parole familiari sono occupazione, terrorismo, insediamenti, attacchi missilistici, demolizione delle case e muri di sicurezza. Tutte queste espressioni non possono lasciarci indifferenti”. Ed è proprio da queste considerazioni che mons. Pelvi ricorda anche l’iniziativa solidale della Chiesa Ordinariato: “Un cappuccino per la Terra Santa”, per sostenere scuole, assistenza sanitaria, necessità abitative dei pochi cristiani ancora presenti. Il pellegrinaggio, curato dall’Opera romana pellegrinaggi, si terrà dal 28 dicembre 2012 al 4 gennaio 2013 e toccherà tutti i principali luoghi santi di Gesù.

SIR

Commenti