lunedì 24 settembre 2012

Il Papa in Libano. Nunzio: è venuto con un messaggio di pace e tutti lo hanno capito. Lombardi: missione del profeta disarmato che andava senza incertezze

"Il Santo Padre è venuto con un messaggio di pace e tutti hanno capito che come vero capo religioso, come uomo di Dio ha portato un messaggio di solidarietà e di fraternità". Lo afferma ai microfoni della Radio Vaticana il nunzio apostolico in Libano, mons. Gabriele Caccia. "Il Paese - rivela -ha potuto mostrare il volto più bello, è stata proprio l'occasione per dire: insieme, tutti, si può fare qualcosa di bello, di importante per il Libano e direi anche per il Medio Oriente". "In tutti - assicura l'arcivescovo Caccia - c'è ancora un'atmosfera di grande gioia". "Raramente - aggiunge il direttore della Sala stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, nell'editoriale del settimnale "Octava dies" del Centro Televisivo Vaticano - il messaggio del Papa nel corso di un viaggio e' stato compreso e accolto da ammirazione e consenso quasi unanime come in questa occasione". Secondo padre Lombardi, il fatto che siano state "assai poche le voci dissenzienti, è stato un segno molto apprezzabile del senso di responsabilità dei comunicatori". "La missione del profeta disarmato che andava senza incertezze, decisamente, a parlare di pace in una regione e in un periodo di conflitti e proteste infuocate era - ha sottolineato ancora Lombardi - un messaggio di forza e di evidenza non comune" controtendenza rispetto alla fiducia diffusa "nel potere e nelle armi". "Il Papa e la Chiesa Cattolica - conclude il portavoce, per il quale è stata 'particolarmente incoraggiante' l'accoglienza dei capi religiosi musulmani del Libano - fanno la loro parte per la pace nel mondo, anche chi ha strumenti di potere politico, militare o di comunicazione deve fare la sua parte in questo impegno cruciale per l'avvenire dell'umanità".

Agi

Il nunzio in Libano: dalla visita del Papa una spinta a rafforzare pace e convivenza

Padre Lombardi: la missione del profeta disarmato dà forza alla pace
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001