Visita di cortesia al presidente della Repubblica. Il Papa incontra i presidenti del Consiglio e del Parlamento e consegna l'Esortazione Apostolica

Questa mattina, il Santo Padre Benedetto XVI, dopo aver celebrato la Santa Messa in privato, ha lasciatp la Nunziatura Apostolica di Harissa e si è trasferito in auto al Palazzo presidenziale di Baabda per la visita di cortesia al presidente della Repubblica del Libano, Michel Sleiman. Al suo arrivo, il Papa è stato accolto all’ingresso principale dal presidente della Repubblica e dalla consorte. Dopo il colloquio privato, sono stati presentati al Santo Padre i familiari del presidente, un gruppo numeroso perchè figli e figlie del presidente hanno a loro volta dei figli. E proprio con i bambini Joseph Ratzinger si è soffermato di più, chinandosi per abbracciarli e scambiare con loro qualche parola, proprio come un nonno. Quindi, ha avuto luogo lo scambio dei doni, la firma del Libro d’Oro e la consegna da parte del Papa di una copia dell’Esortazione Apostolica post-sinodale "Ecclesia in Medio Oriente". Successivamente, nel Salone degli Ambasciatori, il Santo Padre Benedetto XVI si è intrattenuto in colloquio privato con il presidente del Parlamento, Nabih Berri. Dopo il colloquio privato e la presentazione dei familiari, ha luogo lo scambio dei doni. Infine, sempre nel Salone degli Ambasciatori del Palazzo Presidenziale, il Santo Padre si è intrattenuto in colloquio privato con il presidente del Consiglio dei Ministri, Nagib Mikati. Dopo il colloquio privato e la presentazione dei familiari, ha avuto luogo lo scambio dei doni. Nel corso dei due incontri, il Papa ha consegnato a entrambi una copia dell’Esortazione Apostolica post-sinodale "Ecclesia in Medio Oriente".

Agi

Commenti