mercoledì 3 ottobre 2012

Il Papa a Loreto. Sulle orme di Giovanni XXIII domani il ritorno di Benedetto XVI nella cittadina marchigiana. Il dono dell'arcivescovo delegato pontificio

Prove tecniche e messa a punto dei sistemi di sicurezza: a cinquant’anni dalla visita di Papa Roncalli, Loreto è pronta ad accogliere Papa Benedetto XVI. Si iniziano a tirare le somme per l’arrivo di Papa Ratzinger previsto per domani, che nel primo pomeriggio di giovedì riposerà nella stessa camera del centro Giovanni Paolo II in cui proprio il Pontefice che gli diede il nome sostò il 5 settembre 2004. I tempi stringono e sono tanti i preparativi cui la delegazione pontificia della città mariana sta mettendo a punto perché l’organizzazione quadri nel migliore dei modi: proprio ieri infatti, direttamente dal Vaticano, in presenza dell’aeronautica militare e di una squadra dei vigili del fuoco, è atterrato di fronte al centro Giovanni Paolo II sulla collina di Montorso l’elicottero che porterà il Pontefice a Loreto. Un volo di prova fondamentale per l’ottima riuscita di una visita molto importante per cui sono attesi oltre cinquemila fedeli, che ricalca quella voluta fortemente da Papa Giovanni XXIII, arrivato a Loreto nel 1962 per affidare alla Madonna il Concilio Vaticano II, dopo ben centocinque anni dall’ultima uscita di un Pontefice dai confini laziali. Sempre nella mattinata dell'altro ieri mons. Giovanni Tonucci, arcivescovo delegato pontificio di Loreto, mostrando i locali del centro a Montorso in cui sarà accolto il Pontefice durante la sua breve ma intensa visita, ha esibito il libro che donerà al Papa: si tratta di una preziosa ristampa di un “Atlas Marianus” scritto nel 1702 da un gesuita della Baviera, in cui il Santuario di Loreto compare già tra i più importanti del mondo. Papa Benedetto XVI sarà il primo Pontefice a celebrare la Santa Messa sul sagrato della Basilica di Loreto, che presiederà dalle 10.30 assieme al cardinale segretario di stato Tarcisio Bertone, a mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione, al segretario del Sinodo dei vescovi mons. Nikola Eterovic e allo stesso arcivescovo di Loreto. A rappresentare il governo italiano è stata confermata la presenza del sottosegretario Antonio Catricalà che presiederà alla funzione nella centralissima piazza della Madonna. Sono tantissimi i giovani volontari che hanno lavorato in questi ultimi giorni per sistemare il centro di Montorso e renderlo il più confortevole possibile alla massima autorità ecclesiale: dopo la celebrazione infatti il Pontefice vi giungerà per pranzare, riposare un po’ e intrattenersi con i cardinali e i vescovi presenti, fino alla partenza per il Vaticano prevista per le 17.00.

Silvia Santini, Il Resto del Carlino
Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001