Il Papa in Messico e a Cuba. I cattolici cubani residenti nel sud della Florida pellegrini nell'Isola per incontrare Benedetto XVI

L'arcidiocesi di Miami ha confermato un pellegrinaggio a Cuba per consentire ai devoti cattolici cubani del sud della Florida di partecipare al viaggio nell'isola di Papa Benedetto XVI, prevista per la fine di marzo. I dettagli saranno comunicati entro dieci giorni, secondo gli incaricati dall’arcidiocesi di Miami. “Spero che saranno centinaia le persone che andranno a Cuba” ha detto l'arcivescovo di Miami, Mons. Thomas Wenski, durante un incontro con El Nuevo Herald e The Miami Herald. Mons. Wenski ha ribadito che il viaggio del Santo Padre, oltre a rafforzare la fede cattolica nell'isola, servirà anche per unire i cattolici cubani che vivono sull’isola con quelli fuori dell'isola. “Spero che il Papa ancora una volta insista nel promuovere l'idea della riconciliazione” ha sottolineato Mons. Wenski, che ha sempre voluto mantenere uno stretto legame tra la Chiesa Cattolica in Florida e quella a Cuba. Recentemente l'arcivescovo di Miami ha concelebrato, insieme con i vescovi di Cuba, una Messa all'aperto a La Habana, che ha segnato la fine dei tre anni di preparazione al Giubileo Mariano del 2012, promosso dai vescovi di Cuba per commemorare i 400 anni del ritrovamento dell'immagine della Vergine della Carità, patrona di Cuba, che ha gettato le basi per il culto cristiano nell'isola. Durante il suo viaggio apostolico, dal 26 al 28 marzo, il Papa visiterà il Santuario di Nostra Signora della Carità a El Cobre, a Santiago de Cuba, che conserva l'immagine originale della Vergine, ritrovata nella baia di Nipe nel 1612.

Fides

Commenti