lunedì 20 febbraio 2012

Il Papa: rimanere uniti alla Chiesa e al messaggio di salvezza che essa diffonde, significa ancorarsi alla Verità, rafforzare il senso dei veri valori

Questa mattina, nell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Benedetto ha ricevuto in udienza i 22 cardinali creati sabato 18 febbraio, accompagnati dai familiari e dai fedeli delle loro diocesi convenuti a Roma per il Concistoro. “Con grande gioia mi incontro con voi, familiari e amici dei neo-Cardinali, all’indomani delle solenni celebrazioni del Concistoro, in cui questi vostri amati Pastori sono stati chiamati a far parte del Collegio Cardinalizio”, ha esordito il Santo Padre.“Mi è data così – ha proseguito il Pontefice - la possibilità di porgere in modo più diretto e più intimo il mio cordiale saluto a tutti e, in particolare, le mie felicitazioni e il mio augurio ai nuovi Porporati”. Il Papa ha quindi auspicato che l’avvenimento “così importante e suggestivo” del Concistoro possa rappresentare un’occasione per manifestare l’affetto e spirito di collaborazione verso i nuovi cardinali. “Sentitevi ancora di più vicini al loro cuore e alla loro ansia apostolica; ascoltate con viva speranza le loro parole di Padri e di Maestri. Siate uniti a loro e tra di voi nella fede e nella carità, per essere sempre più fervorosi e coraggiosi testimoni di Cristo”, ha detto il Santo Padre, rivolto ai parenti e ai fedeli.Di seguito Benedetto XVI ha rivolto il proprio saluto ai nuovi porporati nelle varie lingue madri. Ai cardinali di lingua italiana ha detto: “Venerati Fratelli, l’affetto e la preghiera di tante persone a voi care vi sostengano nel vostro servizio alla Chiesa, affinché ciascuno di voi possa rendere generosa testimonianza al Vangelo della verità e della carità”. La creazione dei nuovi cardinali è stata indicata dal Papa come una “occasione per riflettere sulla universale missione della Chiesa nella storia degli uomini”. Sebbene le vicende umane siano sono spesso “convulse e contrastanti”, la Chiesa è “sempre viva e presente, portando Cristo, luce e speranza per l’intera umanità”. “Rimanere uniti alla Chiesa e al messaggio di salvezza che essa diffonde, significa ancorarsi alla Verità, rafforzare il senso dei veri valori, essere sereni di fronte ad ogni avvenimento”, ha proseguito Benedetto XVI rivolto ai porporati e a tutti i presenti. Prima di impartire la propria benedizione apostolica e di affidare alla protezione di Maria i nuovi cardinali e i fedeli con loro presenti, il Papa ha esortato a rimanere “sempre uniti ai vostri Pastori, come pure ai nuovi Cardinali, per essere in comunione con la Chiesa”. “L’unità nella Chiesa è dono divino da difendere e far crescere”, ha poi concluso.


Il blog La Vigna del Signore non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001